12 luglio 1940: news

Attività politica e diplomatica.
Clamoroso.   Da Berna si ha che il Maresciallo Pètain ha presieduto a Vichy il Consiglio dei Ministri. Nel corso di questa riunione tutti i ministri hanno consegnato le loro dimissioni nelle mani del Maresciallo. Più tardi è stata resa nota la nuova composizione del governo.
Vice presidente del Consiglio: Laval; Giustizia: Albert;
Interni: Marquet; Esteri: Badouin:
Finanze: Bouthillier; Difesa nazionale: gen. d’Armata Weygand;
Istruzione Pubbl. e Belle Arti: Mircaux; Gioventù e Famiglia: Ybarnegaray;
Agricoltura e approvvig.: Caziot; Comunicazioni: Pietri;
Colonie: Lemery.
I nomi del Ministro della Produzione industriale e lavoro e del Segretario generale per la mano d’Opera saranno indicati in seguito.
Un secondo decreto stabilisce che, se per qualsiasi motivo che si verificasse prima della ratifica della nuova Costituzione il Maresciallo Pètain fosse impedito di esercitare le funzioni di pieno diritto, Laval
le assumerebbe di conseguenza. Ove poi Laval fosse impedito a sua volta, egli verrebbe sostituito da una persona designata con la maggioranza di sette voti espressi dal Consiglio.
Fino all’investitura di questa persona, le funzioni, di cui sopra, saranno esercitate dal Consiglio dei Ministri.
Laval-e-PètainLaval e Pètain (in primo piano)

war-NewsDa Budapest si ha che il Presidente del Consiglio, di ritorno alla capitale, ha fatto la seguente dichiarazione circa i colloqui avuti con il Fuhrer ed il Conte Ciano:
«Quanto è avvenuto non è merito nostro, ma è merito della Nazione; perchè se Mussolini e Hitler guardano oggi con fiducia verso di noi, la ragione unica e precisa è che la politica ungherese è stata sempre retta e cosciente dei suoi obiettivi. E’ stata sempre una politica lineare e conseguente, ossia nettamente ungherese, perchè Mussolini e Hitler desiderano da noi che la nostra politica sia “ungherese“. Molto non posso dire pubblicamente (questo è molto brutto, così pronunciato; se non si vuol dire qualcosa non la si dice e basta. Non si crea il presupposto di voler nascondere a forza qualcosa; così si mette l’interlocutore ideale a disagio e senza motivo. Però così sono io) di quanto abbiamo trattato a Monaco, ma la sostanza è contenuta sul comunicato ufficiale e precisamente nella frase: – la conversazione si è svolta nello spirito dei tradizionali rapporti di amicizia fra i tre Paesi – ».
Petain-e-Hitler-a-Monaco


Attività militare.
Comunicati tedeschi. Bombardamenti aerei a Plymouth, Lowestoft, Portsmouth, Burton-Upon-Trent.
30mila tonn. di naviglio mercantile affondate nella Manica.
Incursioni aeree britanniche sulla Germania occidentale: 13 apparecchi inglesi abbattuti.
Fino al giorno 8 luglio sono stati affondati: 1.929.439 tonn. dall’arma sottomarina tedesca; 1.362.461 tonn. da unità di superficie e da altri mezzi da guerra navale; 1.046.313 tonn. dall’arma aerea.
Si ha così un totale di 4.329.213 tonn. di naviglio commerciale o utilizzabile dal nemico, affondate dal principio della guerra.
A queste cifre vanno aggiunte oltre 300 navi colpite per lo più dall’aviazione e parte delle quali sono state danneggiate in maniera così grave da essere state messe fuori servizio per sempre o per la durata di parecchi mesi.

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: