4 luglio 1940: news

Attività politica e diplomatica.
Da Bucarest si ha che è stato costituito un nuovo governo rumeno sotto la presidenza di Gigurtu.
Si crede a New York che il Governo inglese intenda ordinare l’occupazione dei porti dell’Eire.
Da Ginevra giunge la notizia che il Parlamento francese sarà convocato in Assemblea nazionale;
Vichy è diventata per ora la sede del governo francese.
war-NewsDal Cairo si ha che il nuovo Presidente del Consiglio egiziano ha pronunciato il suo primo discorso dinanzi al Parlamento. Egli ha dichiarato che l’Egitto non ha altro desiderio se non quello di intrattenere relazioni amichevoli con tutte le altre nazioni. L’Egitto intende vegliare alla sua indipendenza ed alla sua sicurezza pur volendo assolvere i suoi impegni con l’Inghilterra. Dal punto di vista interno, il Paese attraversa una grave crisi economica e finanziaria.
Il nuovo Governo farà tutto il possibile per ristabilire una situazione economica normale.

Attività militare.
Comunicati inglesi. Risulta che nella giornata del 3 luglio il Governo britannico ha adottato le misure necessarie per porre sotto il controllo britannico tutte le navi da guerra francesi che si trovano nei porti inglesi, anche se la cosa potrà condurre a conseguenze estreme.
Ad Orano l’Ammiragliato francese ha respinto le condizioni proposte dall’Ammiragliato inglese. In conseguenza un’azione immediata è stata intrapresa contro le navi francesi. Su questi avvenimenti il Presidente del Consiglio Churchill, affermando che una gran parte della flotta francese è ora nelle nostre mani, oppure fuori combattimento. Vi sono ancora altre navi francesi in libertà, ma è nostra inflessibile determinazione di far tutto il possibile per impedire che cadano nelle mani del nemico.

Comunicati francesi.
Sulla vicenda l’Ammiragliato francese comunica:
Il 3 luglio una squadra britannica composta di 3 navi di linea, tra le quali la Hood, di una porataerei e di un numero imprecisato di incrociatori e cacciatorpediniere, si è presentata dinanzi al porto di Mers al Kebir, nella rada di Orano, dove si si trovava ancorata una forza navale francese composta  di due navi li linea, La Dunkerque e la Strasbourg, di due vecchie corazzate, la Provence e la Bretagne, di tre incrociatori di seconda classe e di un certo numero di navi leggere e sottomarini. Queste navi erano ancorate nel porto e non erano in grado di prendere il mare senza un intervallo di tempo.
L’ammiraglio comandante la squadra britannica fece consegnare all’Ammiraglio Gensoul l’ultimatum seguente:
– O consegnate la flotta e vi associate alla flotta inglese o distruggete le navi entro 6 ore affinchè non cadano nelle mani della Germania e dell’Italia.
In caso di rifiuto gli inglesi vi costringeranno con la forza. –

L’Ammiraglio Gensoul ammoniva, inoltre, che il primo colpo di cannone avrebbe avuto per risultato di gettare tutta la marina francese contro la Gran Bretagna. Estremamente prevenuto, L’Ammiragliato francese ordina, a questo punto, di rispondere con forza alla forza.
Il Governo ha approvato la decisione dell’Ammiragliato e ha fatto avvertire la Commissione di armistizio.
La Francia non ha nulla da rimproverarsi.
Rammentiamo – ricorda Gensoul – che la Germania e l’Italia non hanno chiesto che la flotta francese fosse loro consegnata.
Essi hanno semplicemente domandato la smobilitazione della flotta, il suo raduno nei porti francesi sotto il comando francese e sotto il semplice controllo della Commissione di armistizio.
La Francia non avrebbe d’altronde consentito alla consegna della flotta che non era stata vinta (ah, no?).

Mers-el-Kebir-4lug1940-01
Prima dello scadere dell’ultimatum le navi inglesi aprono il fuoco sulle navi francesi che non avevano il tempo materiale di lasciare il loro ancoraggio nel porto.
Le navi francesi, assecondate dalle batterie costiere francesi, rispondono alle navi inglesi.
Da informazioni pervenute all’Ammiragliato francese risulta che la vecchia corazzata Bretagne è stata distrutta da un’esplosione e che la Dunkerque, la Provence ed il Mogador avevano incendi a bordo.
I marinai francesi, i quali per dieci mesi si erano prodigati ad aiutare la Marina britannica, inferiore al suo compito schiacciante, hanno appreso con indignazione il tradimento dei loro antichi fratelli d’arme e giurano vendetta.

Comunicati tedeschi. Si apprende che il Fuhrer, informato dalla Commissione d’Armistizio degli avvenimenti di Orano, ha autorizzato il Governo francese a dare ordini ai comandanti di dare ordini di affondare quelle navi che non riuscissero a sottrarsi al controllo britannico.

La nave portaerei britannica Illustrious, di 23mila tonn. è stata silurata. Bombardamenti aerei di porti inglesi sulla Manica e sul mare del Nord della piazza forte di Aldershot, della fabbrica di aerei di Reading e di batterie pesanti da costa presso Newhaven.
Bombardamento aereo inglese di Amburgo; incursioni in Belgio e in Olanda. 6 apparecchi inglesi abbattuti. 4 aerei tedeschi dispersi.

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

I Commenti sono disabilitati.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: