war report: 3lug1940

A causa delle pesanti perdite inflitte dalla Luftwaffe il Governo britannico ha sospeso tutto il traffico attraverso il Canale della Manica. Nel frattempo, ha deciso che i porti sulla Manica e la installazioni tedesche devono essere gli obiettivi primari dei bombardamenti.
Nella battaglia di Mers-el-Kébir 1.297 marinai francesi sono stati uccisi e 350 sono rimasti feriti. Dopo la battaglia, una corazzata francese e quattro cacciatorpediniere sono riuscite a fuggire da Mers-el-Kébir.
battle-of-Mers-el-Kébir(A Orano e Mers-el-Kébir, in Algeria francese, i francesi avevano quattro corazzate, tredici cacciatorpediniere, un vettore di idrovolanti e quattro sottomarini; a Dakar, in Africa occidentale francese, due corazzate; ad Alessandria, in Egitto, una corazzata e quattro incrociatori. Nel caso i tedeschi avessero acquisito queste navi, con la forza o con la cooperazione francese, questo avrebbe permesso alla marina tedesca di rivaleggiare con la Marina Reale britannica con esiti nefasti per il conflitto in corso. Di fronte a questi potenziali pericoli, il primo ministro britannico Winston Churchill ha preso la sua decisione di colpire per primo, rischiando un danno alle relazioni anglo-francesi).
warReport1940
All’alba, la British Royal Navy ha attaccato due corazzate francesi, nove cacciatorpediniere e una serie di altre navi da guerra più piccole che erano attraccate a Plymouth e Portsmouth, Inghilterra; 3 marinai britannici e 1 francesi sono stati uccisi.
La situazione è molto tesa.
Appena appresa la notizia degli attacchi britannici sulle navi da guerra francesi, sei incrociatori francesi e 4 cacciatorpediniere hanno lasciato i vari porti ad Algeri per Tolone, in Francia. Nonostante questo, sono stati attaccati dalle portaerei di Swordfish britannici dell’HMS Ark Royal.
La Marina britannica del Vice Ammiraglio Sir Andrew Cunningham ha chiesto alle navi da guerra francesi, sotto il comando francese René-Émile Godfroy, ancorate ad Alessandria d’Egitto, la resa.
I negoziati continueranno fino al 7 luglio 1940.
battle-of-Mers-el-Kébir-2+
La Luftwaffe ha bombardato Cardiff, nel Galles.
Oggi è stato fondato il Range Desert Group, al comando del Brigadier Ralph Bagnold, allo scopo di formare pattuglie di ricognizione dietro le linee italiane, in Libia, per raccogliere informazioni.

Il Generale Franz Halder, il tedesco Capo di Stato Maggiore, ha chiesto al suo staff di prendere in considerazione un “colpo militare” ad est, per mantenere le forze armate sovietiche “tranquille”.

battle-of-Mers-el-Kébir-3+

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

I Commenti sono disabilitati.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: