2 luglio 1940: news

Attività politica e diplomatica.
war-NewsA Wiesbaden hanno luogo le riunioni delle Commissioni d’Armistizio franco-tedesco.
L’Ambasciatore degli Stati Uniti in Francia, Bullitt, giunge a Clermont-Ferrand.
Si annuncia da Tolosa che il tribunale militare della XVII regione ha iniziato un procedimento di giustizia contro il Generale De Gaulle.
A Budapest ha pronunciato un discorso il Presidente del Consiglio, Conte Teleky, il quale ha detto, tra l’altro, che ciò più importa in questo grave momento è che la Nazione lo sappia affrontare con calma, con coscienza e con fiducia.
I particolari non hanno importanza. Il Governo compie il proprio dovere e sta in guardia; cerca di far valere gli interessi del proprio Paese secondo la propria coscienza; sa che la Nazione si schiera con fiducia alle sue spalle e sa che la Nazione è forte. Quanto all’ideologia che la Nazione deve perseguire, Teleky ha detto che esssa deve essere radicata nelle tradizioni ed essere ungherese e cristiana.
La missione dell’Ungheria — egli ha concluso — rimane come nel passato una missione permeata sporattutto di volontà e di equilibrio.
A Bucarest il Ministro degli Affari esteri, Argentoianu, ha riferito alle Commissioni del Senato e della Camera riunite, il testo della risposta di definitiva accettazione delle condizioni russe ed ha poi ultimato la sua esposizione affermando che un’epoca nuova si apre per la Romania nella politica estera e che, nell’ambito dei suoi attuali ordinamenti, il governo ha deciso di rinunciare alle garanzie dell’Inghilterra e della Francia del 13 aprile 1939.
L’occupazione della Bessarabia ha profondamente commosso — nè poteva essere diversamente — il sentimento pubblico ungherese.
Sono vent’anni che l’Ungheria, mutilata ma non rassegnata, spia con tutta l’ansia della sua anima piagata ogni segno che le apra la possibilità di rientrare in possesso delle terre violentemente strappatele dal Trattato del Trianon.
Si comprende come l’occupazione parziale della Polonia da parte della Russia nel settembre 1939 col susseguente spostamento della linea confinale dell’URSS sui Carpazi e, molto più, l’occupazione fulminea della Bessarabia oggi, appartengano allo spirito aspettante dell’Ungheria, attraverso lunghi anni d’inquietudine e d’aspettativa.
E in questi anni ha imparato a contare sull’amicizia delle Potenze dell’Asse.

Attività militare.
Comunicati tedeschi. Il Gran quartiere generale germanico pubblica una relazione sulla battaglia di Francia, indicando che dal 10 maggio all’Armistizio le perdite tedesche ammontano a 27.074 morti e 111.037 feriti: i prigionieri francesi a 1 milione e 900mila uomini; il bottino equiparabile a 55 divisioni.
Il 30 giugno ed il 1 luglio forze aeree tedesche hanno occupato le isole di Guernsey e Jersey, in Inghilterra.
Attacchi aerei al porto di Wick, in Scozia settentrionale e sul Canale di Bristol. Incursioni aeree britanniche su Kiel; 7 apparecchi inglesi abbattuti, 3 aerei germanici perduti.

 

Advertisements

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

I Commenti sono disabilitati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: