war report: 30giu1940

Il sottomarino U-47 attacca e affonda la nave greca Georgios Kyriakides ad ovest dell’Irlanda; tutti i 30 occupanti sono sopravvissuti.
Il sottomarino U-65 e l’U-43 attaccano il convoglio alleato SL-25 300 ad ovest di Brest.
L’U-43 affonda la nave britannica Avelona Star e l’U-65 danneggia la nave britannica Clan Ogilvy.

warReport1940Un giornale americano riporta l’informazione che oggi, la US Navy annovera la forza di 1.099 navi e 203,127 unità di personale (160.997 marina, 28.384 Corpo dei Marines, e 13.766 della Guardia Costiera). In un rapporto separato, il Corpo dei Marines degli Stati Uniti ha riferito che la forza in servizio attivo è di 1.732 ufficiali e 26,545 uomini arruolati, per un totale di 28.277.

Alfred Jodl, scriverà oggi nel suo diario che il Regno Unito, a questo punto, era sicuro che a breve sarebbe stato attaccato ed avrebbe dovuto cedere, qusto indipendentemente dal fatto che fosse stato invaso oppure no.
il sottomarino U-26 affonda la nave estone Merkur e la norvegese Belmoira, al largo della costa francese.
Dopo ripetuti attacchi da parte degli aerei Stuka alle ferrovie e alle strutture militari della zona, che non avevano però creato danni insostenibili, un ordine diretto del generale Maxime Weygand ha pursuaso le restanti guarnigioni francesi della Linea Maginot a lasciare le loro difese.

Tre gruppi tedeschi, atterrati sull’isola di Guernsey nel canale della Manica, hanno chiesto la resa a un poliziotto locale.
Un aereo da ricognizione tedesco atterrato su Guernsey, nelle isole della Manica, ha ricevuto la resa degli isolani.

la-notte-dell'aquilaCredo che l’episodio sia ispiratore del film del 1976 “the Eagle has landed” (La notte dell’aquila), con Michael Caine. Anche se il film tratta di un tentativo fallito tedesco di assassinare Churchill, ambientato però nel 1943 e frutto di fantasia, il fatto che impera è l’atterramento di 3 squadre  germaniche e l’impatto con la terra inglese. Notevole.

Guernsey-islands

Il presidente degli Stati Uniti Franklin Roosevelt è ritornato a Washington DC, dopo aver girato il fiume Potomac a bordo dello yacht presidenziale Potomac. Per chi fosse in ansia …
Roosevelt, in quel periodo era in giro per l’America per rafforzare la sua immagine e popolarità in vista delle rielezioni.
Già stava soffrendo della sua paralisi che lo stava gradatamente colpendo alle gambe.

 

 

 

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

I Commenti sono disabilitati.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: