war report: 11giu1940

La 7° Panzer Division di Rommel ha catturato Le Havre, poi si è spinta a 30 miglia a nord-est di St-Valery-en-Caux, dove le truppe tedesche sono riuscite a circondare 46.000 truppe francesi e britanniche (sfuggite al disastro di Dunkerque).
Altrove, nel nord della Francia, le truppe sotto Guderian hanno catturato Reims.
Nel sud, le truppe italiane hanno iniziato l’attraversamento delle Alpi verso il confine con la Francia. Nel frattempo, il primo ministro britannico Winston Churchill e il ministro degli Esteri Anthony Eden si sono recati in Francia per un incontro col Supremo Consiglio di Guerra a Chateau du Muguet, vicino a Briare. Churchill, rilevando i sentimenti di sconfitta, ha ricordato ai francesi che secondo l’accordo del 28 Marzo, nessuno dei due paesi potrebbe cercare una pace separata con la Germania senza il consenso dell’altro paese.
Durante questo incontro, l’Ammiraglio francese della Marina, François Darlan, ha assicurato Churchill che la flotta francese non sarebbe caduta nelle mani dei tedeschi. Ma il Primo Ministro, di questo, non è sembrato molto convinto.
In base ad nuovo regolamento del Ministero della Difesa, oggi era l’ultimo giorno per rispettare l’ordine di erigere i rifugi Anderson consegnati (vedi sotto). La norma recita che devono essere montati e ricoperti con 15 pollici di terra sulla parte superiore e 30 ai lati, o saranno portati via e verranno inflitte sanzioni. Inoltre, è stato annunciato, è stato inoltre vietato dal MOD il trasporto di radio portatili in auto. Chi ha una radio in macchina deve averla smontata.
(si sarebbero potute ascoltare notizie sconvenienti o inopportune?)
La RAF oggi ha attaccato naviglio germanico a Trondheim.
Autoblindo britanniche dell’11° Gruppo in Libia hanno catturato soldati italiani ignari del fatto di essere già in guerra.
Il peschereccio norvegese Borgund ha imbarcato 37 sopravvisuti del piroscafo Acasta affondato ieri. Erano stremati.
I sottomarini U-48 e U-101 hanno affondato le navi greche Violando N. Goulandris e la Mount Hymettus, al largo di Finisterre, in Spagna. L’U-46 ha silurato la petroliera Athelprince ma non è riuscito ad affondarla. La petroliera è stata recuperata.
L’Australia,la Nuova Zelanda ed il Sud Africa hanno dichiarato guerra all’Italia.
A causa dell’ingresso italiano nella guerra europea, il presidente americano Roosevelt ha dichiarato il Mar Mediterraneo e la foce del Mar Rosso essere zone di combattimento per le navi americane, in conformità con la legge di neutralità.
Il primo ministro britannico Churchill ha inviato un telegramma al Presidente degli Stati Uniti Roosevelt sollecitando gli Stati Uniti ad inviare più cacciatorpediniere per il Regno Unito, a causa dell’entrata italiana in guerra.
La nave passeggeri Washington, in rotta da Lisbona a Galway, in Irlanda, con 1.020 americani passeggeri a bordo, è stato fermato dal sommergibile tedesco U-101. Il sommergibile tedesco la ha erroneamente identificata come nave greca. Dopo che la sua identità si è rivelata tramite i segnali del lampeggiatore, l’U-101 ha permesso al Washington di continuare il suo viaggio.
In Francia, la Luftwaffe ha bombardato pesantemente Parigi.
La RAF ha bombardato per la prima volta Torino e Genova.
Baltimora-bomberDieci bombardieri Z.1007 Alcione italiani hanno attaccato Grand Harbour, l’aeroporto di RAF Hal Far e Kalafrana a Malta, uccidendo 1 civile e 6 soldati. RAF Hal Far è stato il primo dei tre principali aeroporti di Malta ad essere attaccato durante la guerra.
bombs-on-Torino
bombs-on-Genova

 

British-curiosityE’ accaduto nel 1940.
Fu l’ing. William Patterson a progettare il piccolo ed economico rifugio antiaereo, nel 1938, che poteva essere eretto nei giardini della gente.
(che cosa serviva, per curiosità, nel 1938 un rifugio antiaereo ai civili inglesi?
Avevano, per caso, fatto sogni premonitori? Si sono fatti leggere le carte? Forse le mani?) Comunque, in poco tempo, quasi un milione e mezzo di questi rifugi Anderson sono stati distribuiti a chi ne faceva richiesta. Ai poveri sono stati consegnati gratuitamente; agli altri erano venduti a 7 £.
Il rifugio era fatto da sei fogli curvi imbullonati insieme alla parte superiore con piastre di acciaio e poteva ospitare 6 persone. Solitamente era per metà sepolto nella terra e occultato alla vista; il suo ingresso era protetto da uno scudo in acciaio e un muro antiesplosione di terra. Questo rimedio antiaereo però non era molto amato dalla popolazione; buio e umido non invogliava ad usarlo di notte, nelle zone basse della città tendeva ad inondarsi durante le piogge e poi si sentivano tutti i rumori. Anche dei vicini. Troppi. Senza dimenticare che non tutti potevano erigere un rifugio senza avere un proprio giardino. Così la gente preferì prima costrurli in calcestruzzo o acciaio con possibilità di contenere almeno 50 persone, poi si è optato per grotte della zona, cantine profonde, stazioni della metropolitana più asciutte, calde e tranquille. Altri invece hanno preferito lasciare la città prima della notte con treni speciali per Chislehurst, nel Kent.
rifugi-AndersonE’ accaduto in diverse occasioni che gli occupanti siano annegati ove il rifugio sia stato sommerso dall’acqua o per uso improprio del rifugio.
Il governo inglese si è trovato quindi obbligato ad approvare una legge che tentava di controllare il comportamento delle persone nei rifugi.
Se qualcuno era colto “volontariamente a disturbare gli altri soggetti rispetto al corretto utilizzo di un rifugio antiaereo” poteva essere mandato in prigione. Nel dicembre del 1941, il cinquantatreenne George Hall è stato mandato in prigione sotto questa legislatura. In realtà, egli era colpevole di russare in un rifugio.
Egli era stato avvertito dal maresciallo del rifugio ma ha continuato a russare e finalmente è stato arrestato dalla polizia per il reato.
Quando il giudice lo ha condannato a 14 giorni di prigione ha risposto “non posso essere responsabile di quello che faccio quando dormo…“.

 

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: