11 giugno 1940: news

Attività politica e diplomatica.
war-NewsSi ha da Ankara che la Turchia avrebbe rotto i rapporti commerciali con l’Italia. Non si conoscono le decisioni prese dal Consiglio dei Ministri turco.
Da Roma partono gli Ambasciatori di Francia e di Gran Bretagna presso il Quirinale.
Il Brasile accetta di asumere la protezione degli interessi italiani in Francia, in Gran Bretagna, nelle Colonie, possedimenti e mandati dei due Paesi.
A Parigi, il Presidente del Consiglio Reynaud fa alcune dichiarazioni alla radio sull’entrata in guerra dell’Italia.
A Londra parla sullo stesso argomento il ministro delle Informazioni Duff Cooper.

Attività militare.
Comunicati italiani.
Nelle prime ore di oggi apparecchi da bombardamento italiani compiono attacchi agli impianti militari di Malta;
altri apparecchi compiono voli di ricognizione sull’Africa settentrionale. In Cirenaica incursione aerea inglese respinta.
Due apparecchi abbattuti.
Comunicati tedeschi.
Continuano accanitamente i combattimenti tra la Manica e la Mosa. Bombardamento aereo sul porto di Le Havre, su ponti della Marna e l’Oisne. 29 apparecchi nemici e tre palloni frenati abbattuti.
Comunicati francesi.
L’avanzata tedesca tra il mare e l’Oisne ed oltre la Senna è contenuta. Nuovi attacchi tedeschi ad est dell’Oise e sull’Orcq.
Le truppe francesi in questo settore si ritirano a sud della Marna.
Violenta pressione tedesca verso Reims e nella Champagne.
Comunicati inglesi.
Azioni aeree sulle linee di comunicazione tedesche verso Rouen e la Senna.
Sontri aerei: 5 aerei tedeschi, 7 aerei inglesi cadono.
Attacchi aerei anche al porto di Trondheim in Norvegia.
bombardement-le-havre-1940

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: