war report: 8giu1940

Il piroscafo Hardingham colpisce una mina e affonda (località sconosciuta); il piroscafo Kjell Billner è stato catturato dai tedeschi a Stavanger e rinominato Helga Schrodrer.
warReport1940
L’incrociatore tedesco Admiral Hipper affonda la petroliera Oil Pionner che perde tutto l’equipaggio; più tardi affonda il trasporto truppe Orama, uccidendone 19 e facendone prigionieri 280.
Truppe Francesi e polacche lasciano sul fronte manichini di se stessi per ingannare i tedeschi che li stavano osservando e ritornare a Narvik. In questo modo 4600 unità sono riuscite a partire grazie a l’HMS Ark Royal, l’incrociatore HMS Southampton, l’HMS Coventry e 11 cacciatorpediniere.
L’aviazione germanica, accortasi del convoglio, l’attacca e lo disturba mentre le truppe di terra tedesche velocemente si muovono verso Narvik.
Sul fronte francese. la 5° e la 7° div. Panzer oltrepassano la Senna e occupano Rouen. La 14° Panzer attraversa Amiens mentre la 16° Panzer Corps tiene ancora sotto scacco Pèronne, occupata da postazioni della 7° Armata francese.
Le corazzate tedesche Scharnhorst e Gneisenau hanno avvistato la nave Glorious, l’Acasta e l’Ardente ad ovest delle Isole Lofoten e le hanno affondate, sparando da 24 Km, ad ovest di Narvik. La Acasta perde 193 uomini, 194 per la Ardente e 1247 per la Gloriosa, assieme a 46 piloti RAF; tutti per annegamento. La Scharnhorst subisce 50 vittime.
Scharnorst-(right)-and-Admiral-HipperScharnorst (a dx) and Admiral Hipper (centro) e a lato la portaerei Glorious  con il primo colpo ricevuto (click to enlarge)

Oggi Hitler arriva al quartier generale del Wolfsschlucht, in Belgio.
In Russia, dal Cremlino viene emesso un ultimatum per la Lettonia di accettare l’occupazione sovietica.
(L’annessione dei tre paesi verrà completata all’inizio di agosto, quando la Lituania, la Lettonia, l’Estonia (in questo ordine) verranno annesse all’Unione sovietica. Loro malgrado. Loro che non volevano averci nulla a che fare sono state mangiate dall’orso russo; volenti o nolenti, fa diverso!).
La ragione di questa occupazione dei paesi Baltici risiede nel sospetto nei confronti dei loro alleati tedeschi e di una loro possibile invasione prima della fine del 1940.
(Stalin si è allarmato perchè il 29 settembre del ’39 Hitler ordinò il re-impatrio di tanti tedeschi (circa 12mila) che vivevano in Estonia e Lettonia sapendo che l’Unione Sovietica avrebbe presto richiesto agli Stati Baltici di entrare nella loro orbita).

 

Advertisements

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: