1 giugno 1940: news

Attività politica e diplomatica.
A Roma, il Consiglio Nazionale del P.N.F, acclama il seguente indirizzo al Duce:

war-News«Il Consiglio Nazionale del P.N.F. testimonia che il popolo italiano già frodato nel sacrificio dei suoi 600mila caduti, quando vinse per sè e per gli altri; e fatto oggetto delle inique sanzioni quando volle conquistare un posto al sole,

sente come il controllo sui mari sia divenuto mezzo di soffocamento economico nell’altrui speranza che diventi anche coalizione al libero volere; e, deciso a tutte le prove, si stringe intorno al suo Duce, dal quale invoca il completamento dell’unità e dell’indipendenza della Patria sui mari».

Si ha da Bucarest che il Ministro degli Esteri rumeno, Gafencu, ha presentato le divisioni ed è stato sostituito da JonGigurtu, già Ministro del LL.PP. e delle Comunicazioni.
I giornali pubblicano il seguente proclama, di Leopoldo III, indirizzato alle truppe belghe il 28 maggio:

«Soldati!
siete stati precipitati improvvisamente in una guerra di violenza inaudita e vi siete battuti coraggiosamente per difendere palmo a palmo il territorio nazionale.
Spossati da una lotta ininterrotta contro un nemico molto superiore di numero e di materiale, noi ci troviamo costretti alla resa.
La storia  dirà che l’Esercito belga ha compiuto tutto il suo dovere e che l’onore è salvo. Queste notti insonni  e questi rudi combattimenti non possono essere rimasti vani. Vi raccomando di non perdere coraggio e di comportarvi con dignità. Fate che il vostro atteggiamento e la vostra disciplina continuino a meritare l’ammirazione dello straniero.
Nella dolorose contingenze e nella immeritata disgrazia che vi colpisce e vi accascia, io non vi abbandonerò e veglierò sulla vostra sorte e su quella delle vostre famiglie.
Domani noi tutti ci rimetteremo al lavoro con la ferma volontà di risollevare la Patria dalle sue rovine.

Leopoldo»


Attività militare.
Comunicati tedeschi – La resistenza degli ultimi distaccamenti dell’esercito francese, nel nord-est della Francia è spezzata. Continua l’attacco contro Dunkerque. L’arma aerea affonda 5 trasporti e danneggia 3 incrociatori o torpediniere, 10 navi mercantili per 70mila tonn. Motosiluranti tedeschi affondano 6 torpediniere e 2 sottomarini. Un sottomarino tedesco affonda una nave da guerra ad Ostenda. Combattimenti presso Abbeville.
Perdite dell’aviazione alleata: 49 apparecchi; 9 apparecchi tedeschi sono caduti.
Comunicati francesi – A Dunkerque attiva resistenza degli alleati per permettere l’imbarco delle truppe.
Attacchi tedeschi sulla Somme. Attività dell’aviazione alleata nella regione del Nord, sulla Mosa, la Mosella e il Reno. Incursione germanica nella vallata del Rovano. Numerosi apparecchi tedeschi abbattuti.
Comunicati inglesi – Il gen. Gort, comandante del BEF, è rientrato a Londra. Aerei britannici bombardano depositi di carburante a Rotterdam, compiono azioni offensive su Nieuport e Ostenda, appoggiano il ripiegamento delle truppe alleate a Dunkerque: 40 aerei tedeschi caduti, 33 danneggiati, 13 apparecchi inglesi mancanti.
Si ha da Bruxelles che Leopoldo III si è stabilito  nel castello di Laeken.
serbatoi-AmsterdamAmsterdam: effetti dei bombardamenti sui serbatoi di benzina

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: