war report: 27mag1940

Ore 10.30 circa. Il generale Maxime Weygand e il Primo Ministro francese Reynaud ricevono una comunicazione dal Re Leopoldo III del Belgio che le sue armate sono costrette alla capitolazione.
Non è una decisione dettata solo da un pensiero di salvaguardia del suo popolo ma un’impellenza necessaria a fermare il massacro.
La situazione non è più sostenibile. Come recitò in un diario un suo aiutante: «qui è Davide contro 100 Golia!…».
Re-LeopoldAlle 17 Re Leopold  decide di cessare la resistenza all’esercito tedesco. Il gen. belga Deroussaux avvicina l’esercito tedesco sotto bandiera bianca, per chiedere i termini del cessate il fuoco. La Germania risponde immediatamente, chiedendo una resa incondizionata.
Dopo la resa dell’Olanda del 14 maggio anche il Belgio cade, a seguito di una drammatica riunione del Re con il Presidente del Consiglio e il Ministro degli Esteri. Era stato esortato a non mettersi nelle mani dei tedeschi, ma a continuare la lotta in Inghilterra come avevano fatto la regina Guglielmina d’Olanda e il Re di Norvegia; «la causa degli Alleati è perduta, ho deciso di rimanere», fu la risposta di Leopold.
Ma c’è un ma. Il governo però non approva il comportamento del sovrano. Il Presidente del Consiglio Pierlot, parlando alla radio francese, annuncia che il Re ha parlato contro la volontà del Governo e che questo continuerà la lotta in esilio. La capitolazione del Belgio, dopo 18 giorni di guerra, lascia la via aperta ai tedeschi e toglie definitivamente ogni possibilità agli anglo-francesi, colti di sorpresa dalla mossa del Re.
“Il Fuhrer è esultante”, scriverà più tardi Jodl sul suo diario.
“Fa grandi elogi al suo esercito e ai suoi comandanti”.
Sta preparando un trattato di pace a queste meditate condizioni:
restituzione alla Germania di tutti i territori sottratti negli ultimi quattro secoli.

Dal fronte di Dunkerque.

L’armata tedesca riprende i suoi attacchi, cercando di tagliare fuori le forze britanniche e francesi intorno a Lille, spinte indietro verso la costa, sotto pressione da divisioni Panzer inglesi e francesi (ignorato l’ordine di arresto di Hitler). La Luftwaffe bombarda le truppe alleate a Poperinge. Gli alleati si ritirano ancora quattro miglia e si posizionano a Dunkerque nel raggio d’azione dell’artiglieria. I Francesi si ritirano da Valenciennes dopo un attacco pesante. 4 divisioni britanniche del generale Alan Brook tenere il canale Ypres-Comines (Battaglia di Wytschaete).
ritirata-britannica-a-Dunkerque
Le truppe britanniche attaccano le truppe motorizzate tedesche dirigendosi verso Calais in Aire. Il ritiro britannico scopre il fianco belga destra e permette alla 6° Armee di Reichenau di passarci attraverso. Ci sono problemi anche vicino alla costa, dove la resistenza belga è sempre più debole. Nell’evacuazione di Dunkerque un po’ si ottiene oggi il risultato di avere imbarcato alla rinfusa poco meno di 8000 uomini per la Gran Bretagna.
Nella prima giornata di evacuazione per gli in,glesi intrappolati sulle spiagge La Luftwaffe perde 24 dei 225 bombardieri spediti a Dunkerque. Ma i bombardieri della forza aerea tedesca, insieme all altre forze di scorta, Bf-109distruggere i carri armati sulle banchine della città e vicino ai centri di stoccaggio di petrolio ad ovest del porto, mettendo tutto in fiamme e illuminando l’alba. Paul Temme, pilota di un Messerschmitt Bf 109, dopo aver mitragliato la spiaggia a 300 piedi, ha dichiarato; “Odiavo Dunkerque.
E ‘stata una vera mattanza
“.
warReport1940Ma gli inglesi, in grado di volare dalle basi vicine nel sud dell’Inghilterra e molestare le formazioni tedesche, fanno dire al pilota di uno Stuka, Rudolf Braun: “questo era il nostro primo assaggio di guerra vera e propria“.
Le truppe della 3° – SS Panzer Division Totenkopf tedesca, comandate dall’ Hauptsturmführer Fritz Knöchlein, massacrano 97 prigionieri di guerra britannici con mitragliatrici nel villaggio di Le Paradis, in Francia. Due sopravvissuti al massacro saranno poi in grado di testimoniare durante processi per i crimini di guerra contro Knöchlein.
Dopo i primi giorni di combattimenti in Belgio e Francia era arrivata una disposizione segreta (non scritta): “nehmen keine Gefangenen am Leben” (non prendere prigionieri vivi).

Il Generale britannico Edmund Ironside si è dimesso dalla carica di Capo di Stato Maggiore imperiale.
La razione di zucchero britannica è stata ridotta da 12 a 8 once per persona.
Il governo britannico ha abbandonato l’idea di introdurre la coscrizione in Irlanda del Nord.

Il sommergibile tedesco U-37 ha affondata la nave britannica Sheaf Mead, a 150 miglia ad ovest di Capo Finisterre,in  Spagna; 32 uomini sono stati uccisi e 5 sono stati salvati. L’U-37 ha anche costretto la nave argentina Uruguay ad affondare dopo una valanga di colpi di cannone sparati dal sommegibile. 15 uomini risultano dispersi e presumibilmente morti e 13 sono stati salvati.

Il coprifuoco è stato oggi istituito nei territori britannici di Gibilterra e Malta.

 

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: