war report: 7mag1940

Adolf Hitler ha rimandato la decisione per l’invasione della Francia al giorno seguente perchè vuole essere sicuro che sia bel tempo.
Il Primo Ministro del Regno Unito, Neville Chamberlain, ha affrontato le critiche durante il suo dibattito sulla Norvegia.
Alcuni velivoli della Luftwaffe tedesca attaccato l’incrociatore britannico HMS Aurora al largo di Narvik, in Norvegia, mettendo  fuori uso le torrette A e B e uccidendo 7 Royal Marines.
warReport1940Il presidente Roosevelt ha ordinato alla flotta del Pacifico di rimanere in Pearl Harbor, Territorio degli Stati Uniti alle Hawaii, a tempo indeterminato come deterrente per l’espansionismo giapponese.
Kliment Voroshilov si è dimesso da commissario del popolo per la difesa dell’Unione Sovietica.
L’obiettivo principale della Luftwaffe questa giornata è la zona intorno a Narvik e quello di sostenere le forze tedesche impegnate contro le forze alleate.
Negli ulteriori attacchi contro le navi alleate nella zona, gli aerei della Luftwaffe sono riusciti a danneggiare una corazzata inglese e due incrociatori.
Nel Regno Unito c’è un grande dibattito nella Camera dei Comuni sulla condotta della guerra e in particolare sulla campagna norvegese. Al voto il governo, Chamberlain ha una maggioranza di 281-200, ma non è sufficiente per pretendere di essere rappresentativo.
La responsabilità è di Chamberlain per non aver stabilito una coerente struttura decisionale e di vedere se i piani siano stati adeguatamente coordinati e se i suoi subordinati hanno lavorato in modo efficiente. Tra i presenti al dibattito c’era sir Roger Keyes, pensionato ammiraglio della flotta. Indossando la sua uniforme, ha difeso le azioni dei militari britannici, accusando il governo di essere in colpa per una scarsa leadership.
L’ex ministro del governo Leone Amery si è unito al dibattito, criticando l’intero approccio britannico alla guerra. Ha chiesto che un nuovo governo di coalizione sia formato, con un gabinetto di guerra più piccolo, simile alla leadership della Prima Guerra Mondiale. Amery ha ammesso che la sua critica al primo ministro e ai membri del suo gabinetto era ingiusta mentre contava di avere molti più amici. Altri deputati hanno continuato con la critica, chiedendo se ci fossero i parlamentari di sinistra che non erano a conoscenza dell’insoddisfazione per gli sforzi britannici nella guerra.
Egli ha inoltre deplorato i falsi applausi per il Presidente del Consiglio quando si trovava prima di parlare con gli applausi molto più entusiasta per Sir Roger Keyes quando ha spiegato la leadership inetta. Il dibattito continua.
Ma da fonti informate si apprende che le principali obiezioni dell’opinione pubblica per la gestione degli affari di guerra sono in particolare:
1. L’impiego di metodi obsoleti. La guerra di 1940 è stata condotta esattamente come quella del 1914, senza nuove armi militari,
2. I preparativi per la campagna norvegese erano insufficienti e la pianificazione era troppo pressappochista. Gli alleati erano lenti e esitanti nelle loro decisioni politiche e militari, mentre i tedeschi hanno agito velocemente.
4. Le relazioni fornite al pubblico sono state sempre fuorvianti e piene di disinformazione. Quando è stato segnalato un successo completo e si è scoperta la realtà, la delusione conseguente è risultata ancor più cocente. La stampa francese sottolinea questa obiezione in modo particolare.
5. Gli eventi in Norvegia hanno fatto una impressione molto sfavorevole ai neutri.
Il peschereccio Folden (Nor 316 TSL) è stato affondato da un bombardamento tedesco al largo di Helgeland.
il peschereccio Saint Pierre (Belg 15 grt) è stato affondato da una mina al largo di Kwinte Bank.
I rapporti Embassy da Stoccolma, Helsinki e Belgrado sottolineano che l’evacuazione improvvisata degli alleati di Namsos, ai norvegesi ha fatto una profonda impressione; così come in Svezia, Finlandia e Jugoslavia. L’atteggiamento britannico è considerato assolutamente dannoso e significa un duro colpo al prestigio britannico. L’atteggiamento svedese verso la Germania è notevolmente migliorato e non di poco.
Forze nemiche superiori sostenute dall’artiglieria premono di nuovo le truppe alleate appartenenti al gruppo “Windisch”; il Gruppo Narvikhas ha fatto una richiesta urgente per l’aviazione, così come per azioni di sostegno e sottomarini contro  forze nemiche numerose.  La Norvegia ha informato che le esperienze e le perdite fino ad oggi hanno dimostrato che operazioni sottomarine non sono possibili in zona Narvik per:
a) oscurità insufficiente che obbliga i sottomarini a navigare in immersione che poi impone di ricaricare le batterie;
b) mancanza di possibilità di ritiro immediato nei fiordi stretti in caso di forte ostilità;
c) nuovi sistemi anti-sommergibile impediscono operazioni sottomarine.

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: