war report: 22apr1940

Il Ministero della Guerra britannico ha annunciato che un notevole successo è stato raggiunto dalle truppe britanniche nel loro sostegno delle forze norvegesi.
warReport1940Stoccolma ha riferito che le truppe britanniche avevano fatto una rapido salto a sud della Norvegia e sono stati in lotta con i norvegesi a Lillehammer, a nord di Oslo.
La 146° Brigata britannica ha cominciato a ritirarsi verso Namsos, come le truppe tedesche hanno cominciato a circondare le loro posizioni.
La 148° Brigata  britannica si è difesa contro attacchi tedeschi a nord di Lillehammer, in Norvegia e sono stati affiancati da truppe di montagna. Le truppe britanniche si sono ritirate a 20 miglia a nord durante la notte e hanno formato una nuova linea a Tretten Gorge.
Altre forze alleate sbarcate a Namsos sono venute a contatto con i tedeschi a nod di Trondheim.
Aerei della Luftwaffe sono stati riportati ad est e sulla costa sud-est, durante la notte.
Uno o due di Heinkel He 111 hanno riportato di essere stati attaccati dai cannoni antiaerei dello Shetland mentre erano in azione.
Il vapore norvegese Bravore è affondato dopo l’esplosione nella costa sud-est della Norvegia.
Tre vice capi di stato maggiore sono stati nominato per diminuire lo sforzo sui capi del personale; il Vice Ammiraglio, Tom Phillips, il generale Sir John Dill e il maresciallo REC Peirse. Sir Charles Craven si è unito al Consiglio dell’Aria come membro civile per lo sviluppo.
Due bombardieri  britannici Hudson hanno attaccato il sommergibile tedesco U-43 nel Mare del Nord. L’U-43 se l’è cavata con piccoli danni.
La corvetta HMS Pellicano, sulla strada per il fiordo di Romsdal e portando il personale della base navale di partito per Molde, Norvegia, è stato paralizzato da un bombardiere tedesco in picchiata e ha subito pesanti perdite.
Il Supremo Consiglio di Guerra internazionale alleato, che si era già incontrato anche per la Polonia e la Norvegia, si re-incontra a Parigi, in Francia.
L’incontro è stato caratterizzato dalla lotta politica tra i leader francesi Reynaud e Daladier.
Dalla Yugoslavia si ha che il battaglione italiano di fanteria della marina “Grado”, , è atterrato ad Hvar (nome italiano: Lesina) in Yugoslavia.

Advertisements

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: