war report: 15apr1940

L’ufficio britannico dell’Ammiragliato e della Guerra hanno annunciato che le forze britanniche erano sbarcate in Norvegia già dalle ore 5.00.
Da Berlino si comunica che i tentativi di sbarchi alleati sono invece molto incerti e circoscritti (messaggio delle 11.00).
L’Ammiragliato britannico ha dichiarato che altri due trasporti tedeschi sono stati affondati da sommergibili britannici, inoltre, che un convoglio di trasporti tedeschi è stato attaccato nello Skagerrak, dove quattro siluri hanno centrato il bersaglio.
Quindici aerei della flotta aerea hanno attaccato un trasporto di aerei tedeschi a Bergen.
Altri due bombardamenti sono stati effettuati su Stavanger, uno durante la notte del 14 aprile e l’altro il 15. Almeno due idrovolanti tedeschi sono affondati e ulteriori danni sono stati fatti sulle piste dell’aeroporto.
Il tasso di disoccupazione britannico è sceso a 973.000 unità. Questo valore, sceso per l’impiego bellico di moltissime persone, è il più basso registrato dal 1920.
I cacciatorpediniere inglesi Fearless e Brazen hanno affondato il sottomarino tedesco U-49 con bombe di profondità vicino a Narvik,  41 tedeschi sono stati fatti prigionieri.  I britannici della 15° Brigata si sono imbarcati in Francia e sono stati inviati per la Norvegia.
Vidkun QuislingIl governo fantoccio norvegese, istituito dai tedeschi, si dice sia stato sostituito da un comitato amministrativo.
Vidkun Quisling è stato rimosso dal potere in Norvegia.
Per il momento viene sostituito da Ingolf Christensen come il capo del governo tedesco in Norvegia.
Le truppe britanniche sono sbarcate nelle isole Lofoten in Norvegia settentrionale in risposta alla invasione tedesca; il loro obiettivo iniziale era quello di fissare la linea ferroviaria a campi di minerale di ferro svedese.
Il corpo principale delle Guardie inglesi è arrivato a Harstad.
warReport1940Anche nel nord della Norvegia, invece di fare un atterraggio direttamente a Narvik contro un numero imprecisato di difensori tedeschi, gli inglesi del maggiore generale Pierse Mackesy hanno deciso di atterrare le truppe a nord della città in un luogo indifeso; a causa della grande quantità di neve sul terreno, le sue truppe hanno dovuto attendere prima di avanzare verso Narvik. Più a sud, la 146° Brigata Territoriale britannica è sbarcata a Namsos ed è stato loro  ordinato immediatamente di marciare a sud verso Trondheim, che ha visto gli attacchi dei bombardieri della RAF Blenheim con sede nel Regno Unito. E’ la prima volta che il Bomber Command ha inviato aerei, di base nel Regno Unito, contro obiettivi all’estero.
Oggi, il battaglione italiano di fanteria,“Barfile”,  è atterrato a Cefalonia, in Grecia.
Il Dragamine britannico HMS “Dundoon” ha colpito una mina vicino a Great Yarmouth ed è affondato, uccidendo 27 uomini.
Il Maggiore Generale Pierse Joseph Mackesy (responsabile delle forze di terra a Narvik) non è convinto di sbarcare le truppe direttamente a Narvik, nonostante l’entusiasmo dei comandanti navali, vice-ammiraglio Whitworth e ammiraglio della flotta William Henry Dudley Boyle, conte di Cork e Orrery . La forza del generale Mackesy è stato tagliata a metà, lasciando solo la 24 ° Brigata che non è armata per fare atterraggi e, in ogni caso, gran parte del suo equipaggiamento è stato deviato a Namsos su navi che trasportano la
146° Brigata. Narvik è sotto la neve, dispone di strutture povere per uno sbarco anfibio ed è difesa da un numero imprecisato di truppe tedesche. Mackesy non è disposta a sottoporre gli abitanti norvegesi al bombardamento navale e i suoi colleghi sostengono di poter rimuovere i tedeschi dalla città. Pertanto, egli decide di sbarcare le sue truppe in luoghi più sicuri nord di Narvik e attendere che la neve si sciolga.
La battaglia di Dombås è continuata, ora è al suo secondo giorno.

I trasporti Salerno (UK 870 grt) e Salmon Pool (UK 4803 grt) sono stati sequestrati dalle forze tedesche a Saudafjord, a nord di Stavanger, in Boknfjord. 23 uomini dell’equipaggio del Salerno e 34 del Salmon Poolcon sono stati internati. I battelli sono stati rinominati Markirch e Putzig, rispettivamente, per il servizio tedesco.
Berlino.
La situazione critica di Narvik ha indotto il Fuhrer a rivedere la situazione e forse abbandonare la posizione Narvik, al fine di evitare un ulteriore spreco di forze – soprattutto della Air Force – e per un successo dubbio ed infine, intraprendere una concentrazione di forze nella zona di Trondheim.

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: