Herr doktor (appendice succosa)

Linge-GunscheLe informazioni qui riportate sono desunte da una ricerca (difficile e costosa) nei documenti riservati e tradotti da Andrea Casalegno di un complesso dossier su Hitler, conservato nell’Archivio di Stato russo per la storia contemporanea di Mosca, che contiene la deposizioni spontanee di Linge e Günsche del 1946.

H-b&wAll’inizio di agosto del 1944 lo stato di salute di Hitler peggiorò. Gli attacchi di capogiro divennero più frequenti e gli venne prescritto riposo a letto per due settimane. Hitler riceveva a letto i rapporti sulle operazioni militari. Trascorreva le sere insieme alle sue segretarie, tutte schierate intorno al suo letto. Assieme alla sua perpetua flatulenza. Chissà che ambientino! In quel periodo sorse anche una «lotta di potere» fra i medici di Hitler. Brandt e Hasselbach, i medici e chirurghi responsabili delle cure, disapprovavano i metodi di Morell. Essi gli rimproveravano il fatto che l’organismo di Hitler assorbisse dosi eccessive di stricnina, a causa della quale lo stato complessivo del paziente peggiorava co­stantemente. In quel periodo Hitler soffrì anche di una lieve forma di itterizia, che regredì rapida­mente dopo un trattamento adeguato. L’otorinolaringoiatra Giesing, che curava Hitler per i danni al timpano, (dell’attentato del 20 luglio) diagnosticò un avvelenamento da stricnina, perché interpretò erroneamente l’etichetta di una medicina (si trattava in realtà delle pillole antiflatulenza del dottor Köster). Hasselbach e Brandt, entrambi laureati in chirurgia, erano stati messi in allarme da Giesing. Per manifestare sintomi reali di avvelenamento da stricnina Hitler avrebbe dovuto prendere circa 150 capsule al giorno del suo preparato per rigenerare la flora batterica intestinale. Il dottor Giesing, che curava Hitler per i danni al timpano causati dalla bomba, si mise aperta­mente dalla parte di Brandt e di Hasselbach. Del conflitto ne venne a cono­scenza di Hitler. Naturalmente fu Morell ad avere la meglio, perché con i suoi stimolanti e i suoi anestetici egli era diventato indispen­sabile per Hitler. Egli congedò Giesing e licenziò Brandt e Hassel­bach. Al loro posto Himmler gli inviò il suo medico personale Stumpfegger. In quei giorni Hitler ebbe urgente bisogno pure di cure dentistiche: il suo dentista Hugo Blaschke, che l’aveva curato per molti anni, ven­ne convocato alla «Trincea del lupo». Questo signore veniva chiamato regolarmente nella Cancelleria del Reich, nel castello di Berghof e nella «Trincea del lupo», dove curava i denti di Hitler, di Eva Braun e dei collaboratori dello staff personale di Hitler. L’oro usato da Blaschke per le otturazioni proveniva dalle for­niture delle direzione generale delle SS; era l’oro che la Gestapo ave­va tolto ai prigionieri dei campi di concentramento. Inoltre la dire­zione generale delle SS riceveva le capsule, i ponti e i denti d’oro strappati ai prigionieri di guerra russi. Intorno alla metà di agosto, dopo due settimane di degenza a let­to, i medici erano riusciti a ristabilire la salute di Hitler, tanto che egli poté di nuovo prendere parte alle riunioni quotidiane sulla si­tuazione militare. A dire il vero Hitler era ancora molto pallido e piuttosto malfermo sulle gambe. Sotto gli occhi aveva profondo oc­chiaie scure. H-a-tavolaLa sua mano sinistra era agitata da un tremito violento. Egli portava ancora al collo il braccio destro, contuso a causa del­l’esplosione, e camminava più curvo di quanto avesse mai fatto. La situazione generale peggiorò a metà febbraio 1945, quando si trasferì nel suo bunker sotterraneo. Insieme a lui vi alloggiò anche Morell, senza le cui iniezioni non poteva resistere nemmeno un giorno. A metà mese, poichè soffriva di insonnia, le segretarie restavano a fargli compagnia fino alle cinque o alle sei del mattino. All’inizio di aprile al tremito della mano sinistra si aggiunse un nuovo male: cominciò a dolergli l’occhio destro. Linge dovette inoculargli ogni sera ed ogni mattina delle gocce di cocaina per lenire il dolore. Il 19 aprile, Hitler chiamò Linge presso di sé dicendo di aver una fortissima emicrania e di sentire la testa congestionata. Si dovette chiamare Morell per un salasso urgente. Questa volta non si fece ricorso alle sanguisughe; si prepararono le iniezioni direttamente in camera da letto, dove Hitler rimboccò freneticamente la manica sinistra della camicia e si sedette sul bordo del letto. Respirava a fatica, in viso era rosso con gli occhi spalancati.

Sul contenuto delle deposizioni

Nel considerare le deposizioni sulla vita privata (se di privato si può parlare) i punti riportati negli articoli Herr doktorleggeri… a tavola e il presente, sono essenzialmente due: il modo di alimentarsi  e di bere e le sue malattie curate in maniera maldestra. Poi ci sono aspetti laterali curiosi come la non tolleranza al fumo passivo che lo proiettava in una dimensione assente e disorientata. Il fatto poi che Hitler fosse vegetariano deve essere considerato una delle cause  dei suoi frequenti malesseri; non passi inosservato il fatto che bevesse brodini di verdura e chiudesse il pasto con una quantità di dolciumi esagerata. In un giorno poteva mangiarne fino ad un chilo. Hitler ci viene riportato come un uomo esausto e sofferente che in un giorno riceveva fino a quattro iniezioni di Vitamultin, riducendolo alla dipendenza fisica e spirituale dalla pervitina e dalla caffeina. Infine, chi lo ha visto racconta dell’ineluttabile progressione della sindrome di Parkinson. Ma sino alla fine, Hitler conservò intelligenza e memoria chiara unitamente a momenti di assenza e di indifferenza nei confronti dell’ambiente circostante.

Advertisements

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: