12 marzo 1940: news

Attività politica e diplomatica.
war-NewsLe trattative russo-finlandesi portano alla conclusione di un trattato di pace, sul quale sono pubblicati i seguenti particolari:
1)   Un trattato di pace è stato firmato da parte sovietica da Molotof, Chadanof e dal gen. Vassilievski, comandante di brigata; da parte finlandese da Rity, Paasikivi, dal gen. Walden e dal prof. Woitoma.
2)   Con questo trattato, la Finlandia cede all’URSS tutto l’Istmo di carelia, compresa la città di Vijpuri, tutto il litorale del lago Ladoga, la penisola dei Pescatori e punti della Finlandia orientale.
3)   Per la durata di 30 anni, l’URSS assume in affitto per 5 milioni di finnmark il porto ed il territorio di Hangö per stabilirvi una base navale.
4)   La Finlandia s’impegna a non fare entrare nelle acque nord-atlentiche navi da guerra, sottomarini e forze aeree, ad eccezione di piccole navi guarda-coste.
5)   L’URSS si impegna a ritirare le sue truppe da Petsamo.
6)   L’URSS godrà del diritto di libero transito, senza controllo doganale, attraverso Petsamo, in Norvegia e viceversa.
7)   Nel corso dell’annata 1940, una linea ferroviaria sarà costruita da Kandalakcha a Kemijarvi.
8)   Il trattato di pace sarà ratificato entro tre giorni.
I documenti di ratifica saranno scambiati a Mosca.
9)   Il 13 marzo, alle ore 12, le operazioni di guerra debbono cessare sui fronti. A partire dalle ore 18 del 15 marzo, le truppe delle due parti si ritireranno dietro le nuove frontiere di Stato.
10)  I negoziati circa un accordo commerciale russo-finlandese saranno iniziati immediatamente.
Il Ministro degli Affari esteri del Reich, von Ribbentrop, riferisce a Hitler sui colloqui romani.
Alla Camera francese Daladier afferma che un corpo di spedizione era pronto fin dal 28 febbraio, ma si attendeva la richiesta ufficiale del Governo di Helsinki.
(l’Italia però non ha richiesto documenti ufficiali per inviare aiuti di materiale, tecnici e piloti; li ha inviati subito. Lo spirito degli aiuti risiede nella velocità delle opere di sussistenza e non nell’attesa burocratica di una richiesta ufficiale sinequanon. L’ombrello serve quando sta piovendo, non quando ha già smesso di piovere!
Così è un presa in giro! Così si mette in ginocchio un Paese).


Attività militare.
In Finlandia continuano i combattimenti.
Da Bruxelles si segnalano altre violazioni del cielo belga da parte di apparecchi tedeschi da bombardamento. Il Governo belga presenta una nuova nota di protesta al Governo germanico.
Il piroscafo inglese Gardenia, di 3645 tonn. affonda nel Mare del Nord per urto contro mina; la nave britannica Clan Stuart, di 5650 tonn., affonda in seguito a collisione. Il vapore olandese Eulota, di 6236 tonn., affonda per urto contro mina. Anche il motopeschereccio britannico Halifax, cola a picco nel Mare del Nord.
Un sommergibile tedesco sarebbe affondato per un bombardamento aereo nei pressi di Helgoland. Ancora non se ne conosce l’ID.
L’Ammiragliato annuncia che durante la settimana scorsa sono state affondate da azioni nemiche cinque navi inglesi e nessuna neutrale.
La perdita di 18 mila e 673 tonnellate è al di sotto della media del principio della guerra. Il totale del tonnellaggio mercantile perduto ad opera del nemico, dallo scoppio della guerra, è di 640 mila tonnellate.
Si comunica da Alessandria d’Egitto che unità da guerra sovietiche hanno fermato nel Mar Nero navi mercantili neutrali.
(Questi conti in tonnellate però, sebbene siano sempre da verificare, servono solo a riempire mere statistiche. Come ho già relazionato, sarebbe più importante evidenziare il totale di vite umane perse negli affondamenti, che non sono altrettanto sostituibili. Mi ha fatto pensare la frase spocchiosa di Churchill che dice che gli inglesi sono più veloci a ripristinare e ricostruire le navi perse, dei tedeschi che le affondano. Vorrei potergli chiedere se con la stessa facilità ripristina anche chi ha perduto nel mare. Ma conosco la risposta probabile.
E comunque non è una frase carina verso i suoi compatrioti
).
Il piroscafo germanico Hannover, di 5600 tonn., che aveva tentato di affondare è stato rimorchiato in un porto delle Indie occidentali inglesi.

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: