19 febbraio 1940: news

Attività politica e diplomatica.
Il caso dell’Altmark suscita nuovi indignati commenti nella stampa berlinese.
war-NewsIl Re di Svezia prende la parola davanti al Consiglio dei Ministri sull’atteggiamento della Svezia, verso la Finlandia, affermando che il dare un’assistenza alla Finlandia potrebbe trascinare la Svezia ad una guerra – non solo contro la Russia, ma anche con le Grandi Potenze – ed esprime la sincera speranza che il popolo svedese comprenderà e approverà questo atteggiamento.
(in questo modo e con questo ragionamento però, si abbandona uno Stato del patto di Oslo al suo destino e si mostrano i confini del proprio coraggio…)

Attività militare.
In Finlandia, a nord-est del lago Ladoga, le truppe finlandesi annientano la 18° divisione sovietica tra lo stupore degli osservatori del conflitto. Sull’Istmo di Carelia l’offensiva russa è momentaneamente arrestata. L’aviazione sovietica lascia cadere paracadutisti dietro le linee finlandesi.
Sul fronte occidentale all’est di Nied un distaccamento francese cade in un’imboscata. Tiri dalle casematte sulle rive del Reno.
Un incrociatore britannico entra nella acque territoriali norvegesi all’altezza del porto di Kirkenes.
Il caccia britannico Daring, di 1375 tonn. è affondato per siluramento.
Questo è il sesto caccia perduto dalla Marina da guerra britannico dall’inizio delle ostilità. Quattro, invece, sono affondati dopo aver urtato delle mine magnetiche: il Blanche, il Gipsy, il Grenville e l’Exmouth.
Il Duchess, che era la nave gemella del Daring, è colata apicco dopo una collisione con un’altra nave da guerra. Restano nella marina britannica 173 caccia e si crede che, le nuove costruzioni, rimpiazzate con maggiore rapidità, non vengano affondate.
Al largo della costa britannica sud-occidentale affonda per urto contro mina il piroscafo inglese Protesilans; il vapore greco Elli, di 1114 tonn. è silurato al largo del capo Finisterre; il piroscafo spagnolo Banderas, di 2040 tonn., affonda in seguito a siluramento, al largo del capo Villano; delle sei navi germaniche, uscite dal porto di Vigo, la Morea è catturata dalla Marina da guerra francese e la Bostock è fermata da un caccia britannico. Delle altre quattro non si ha notizia.

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: