17 febbraio 1940: news

Attività politica e diplomatica.
In una dichiarazione ai giornalisti il Ministro britannico della guerra, Stanley, precisa che nel vicino Medio oriente le truppe inglesi sono comandate dal generale Wawell mentre quelle francesi sono comandate dal generale Weygand.
Le organizzazioni sindacali della gente di mare della Norvegia e di Danimarca protestano a Londra e a Berlino contro il trattamento fatto al naviglio in genere e ai marinai delle nazioni neutrali.

Attività militare.
war-NewsIn Finlandia continua l’offensiva russa tra il Golfo di Finlandia e Vouksen. I finlandesi si ritirano in posizioni prestabilite. Altri scontri avvengono nel settore nord orientale del lago Ladoga e verso Kuhmo. Attività ininterrotta delle due aviazioni.
Sul fronte occidentale attività di pattuglie e fuoco di artiglieria.
Nel Fiord norvegese di Joesing si consuma l’episodio dell’Altmark descritto nell’articolo e questo incidente suscita una viva reazione diplomatica da parte della Norvegia e della Germania.
(qui, la prospettiva più corretta è abbattere il vizio di fondo nel chiamarlo incidente, come se si fosse trattato di qualcosa di ineluttabile.
E non lo è. Le responsabilità oggettive sono state indicate e numerate; se poi la discussione vira su toni diplomatici e tardivamente legali sono quisquilie di diversa rilevanza. Dato che l’episodio non è frutto di un imprevedibile cataclisma naturale ma è opera conclusa, figlia di una precisa volontà di un Governo, deciso a sovraintendere la neutralità delle acque interne di una nazione con la forza, si dovrà attribuire ad esso la violazione clamorosa e regolarne le sanzioni derivanti)
.
Al largo delle coste norvegesi la petroliera tedesca Baldur, è affondata dall’equipaggio, per sottrarla alla cattura.
Nel Mare del Nord affonda per urto contro mina il piroscafo britannico Barow Ailsa.
Il Ministro inglese della Coordinazione della Difesa, Lord Chatfield, in un doscorso, afferma che dei 21 milioni di tonnellate di naviglio posseduto dalla marina mercantile britannica, ne sono state affondate circa 500.000.
Secondo dati pubblicati oggi, l’Inghilterra ha perduto dall’inizio della guerra – dice -: 12 navi cisterna per 89mila tonn., la Francia 1 nave cisterna di 14mila tonn., la Norvegia 4 navi cisterna per 87mila tonn.,
la Svezia 2 per 7mila tonn., l’Olanda 1 per 5mila tonn. e la Danimarca 1 per 10mila tonn.
L’Impero britannico possedeva (l’ho già indicato in un articolo preciso), all’inizio della guerra, 498 navi cisterna, per un tonnellaggio complessivo di 3.500.000 tonnellate.

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: