war report: 4feb1940

Da un rapporto pervenuto dopo la fine della guerra, relativo allo scontro riportato nelle giornate del 29 e 30 gennaio e del 3 febbraio, è opportuno fare un po’ di chiarezza, al riparo dai comunicati ufficiali delle due parti in gioco che si atteggiano sempre a magnificare, una e a sminuire le perdite, l’altra.

29 gennaioalcuni bombardieri tedeschi, sfruttando un denso banco di nuvole, colpiscono 12 navi inglesi più o meno gravemente.
La nave Est Dungeon affonda, assieme ai piroscafi Stanburn ed Easton. Il piroscafo Tantmila va ad arenarsi e il Gripfast, anch’esso gravemente colpito, riesce a stento a raggiungere il porto, quasi piegato da una parte. Gli inglesi, più tardi, ammetteranno che il transatlantico City of Bath di 5059 tonn. è affondato e il motopeschereccio Lady Wirley è distrutto dalle bombe e dalle mitragliate.

30 gennaioin questa giornata vengono affondati 7 piroscafi armati.
Un’altra nave viene colpita gravemente e altre subiscono danni più o meno lievi. L’ag. Reuter ammise che vennero attaccate almeno 4 navi: tra cui la Coryton di 4553 tonn., la petroliera British Triumph e la Jersey Keen. Il Royal Crown venne danneggiato al punto che l’equipaggio fu costretto ad abbandonare il piroscafo alla deriva.
Il vapore Highwave, di 1778 tonn. venne bombardato ed affondato.
I tedeschi perdono un apparecchio, gli inglesi due.

3 febbraioTerza incursione. Vengono affondati 1 dragamine, 4 navi vedetta e 9 piroscafi armati. Numerosi altri piroscafi furono più o meno gravemente danneggiati. Violentissima reazione contraerea delle navi e dei caccia Spitfire conducono ad un esito di 3 aerei tedeschi abbattuti.
La stampa inglese lascia nella completa penombra le perdite importanti di uomini e naviglio evidenziando invece l’abbattimento dei 3 aerei tedeschi. Al solito.

warReport1940A Belgrado, nella conferenza sull’Intesa balcanica, i quattro stati ribadiscono che rimarranno neutrali nella guerra tra Gran Bretagna, Francia e Germania.
Nella Guerra d’Inverno 14 soldati vengono uccisi e 179 feriti dai pesanti raid aerei sovietici su Helsinki e nella zona circostante.
Un totale di 141 obiettivi vengono attaccati fra città, incroci ferroviari e porti.
Helsinki ha dichiarato che i russi hanno attaccato le posizioni recentemente occupate dai finlandesi nel settore di Kuhmo, ma sono stati respinti.
A nord del Lago Ladoga le forze nemiche erano quasi tutte trincerate.
Un comunicato finlandese  afferma che altri 11 aerei nemici sono stati abbattuti.
Viipuri ha subito gravi bombardamenti con una perdita alta di vite umane e danni materiali.
Altri attacchi sono stati effettuati a Ekenaes e Rovaniemi.
I primi aviatori britannici decorati dai francesi; il Tenente RV Jeff premiato con la Croce di Guerra dal generale Vuillemin.
E ‘stato riferito che la nave britannica Polzella e il piroscafo norvegese Varild erano entrambi in ritardo e sono considerati perduti.
L’incontro dei Balcani a Belgrado si è concluso con la dichiarazione dei quattro stati di mantenere la solidarietà dell’Europa sud-est in spirito di neutralità dichiarata.
E ‘stato notato che armi tedesche venivano inviate via mare alle forze russe di Petsamo e Murmansk.
Nel Mare del Nord il cacciamine HMS Sphinx affonda il giorno dopo essere stato bombardato dagli aerei tedeschi.

HMS-Sphinx
Sono affondate anche la nave belga da carico Eminent, l’olandese Flores, la norvegese Hop  e la britannica Leo Dawson per colpa dell’U-37, la jugoslava Vid per siluro dell’U-21.
Dopo l’incontro a Parigi, in Francia, il Supremo Consiglio di Guerra Alleato ha accettato di inviare due divisioni di truppe britanniche in Finlandia via Narvik, in Norvegia, nonostante la proclamazione della neutralità della Norvegia. Essi hanno inoltre deciso che, mentre le truppe hanno marciato in Finlandia, avrebbero preso il controllo delle miniere di ferro svedese e il porto di Luleå, nonostante la Svezia abbia proclamato la propria neutralità nella guerra.
I membri dell’Intesa balcanica (Romania, Jugoslavia, Grecia e Turchia) hanno dichiarato la loro neutralità.
La 26° Divisione giapponese ha conquistato Linhe, nella Provincia Suiyuan, in Cina.

Advertisements

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: