30 gennaio 1940: news

Attività politica e diplomatica.
Nel VII anniversario della Rivoluzione nazionalsocialista, Hitler pronunzia al Palazzo dello Sport di Berlino un discorso nel quale ricorda l’opera compiuta dal nazionalsocialismo e polemizza con i suoi avversari.

war-News

Egli conclude con queste parole:
«La Provvidenza ha voluto che il nazionalsocialismo combattesse per tutto il periodo da che venne alla luce. Noi le siamo riconoscenti se la nostra esistenza è una esistenza di lotta. Il nazionalsocialismo ha visto momenti drammatici ma poi sempre sono sopraggiunte meravigliose vittorie. Il compito della Nazione germanica, di questa nazione di ottanta milioni che possiede una eccellente organizzazione e una formidabile fede, è quello di assicurare la propria vittoria. Non può esservi intesa alcuna senza una chiara accettazione e attuazione dei diritti tedeschi. La Germania vivrà e vincerà. All’inizio dell’ottavo anno di regime il popolo tedesco guarda all’avvenire con fede. La Germania non capitolerà».
Si comunica da Budapest che il Conte Csaky, Ministro degli Esteri, ha pronunciato alla Commissione per gli affari esteri della camera un discorso nel quale ha fatto un quadro della situazione politica internazionale, affermando che fondamento della politica estera ungherese sono le strette relazioni di amicizia che legano l’Ungheria all’Italia.

Attività militare.
In Finlandia l’aviazione finlandese bombarda la base navale sovietica di Kronstadt.
Da Londra si comunica che le navi affondate dal nemico, durante la settimana terminata alla mezzanotte del 28 sono state 13 per un totale di 21.101 tonn. e cioè una nave inglese di 2523 tonn., due francesi per 6588 tonn. e dieci neutrali per 20.990 tonnellate.
Al 24 gennaio il numero delle navi alleate scortate dalla flotta inglese in convoglio è stato di 7388 delle quali soltanto 15, pari al 0,2 %, sono andate perdute. Di queste una sola apparteneva ai neutrali.
Fin dal principio della guerra 350 navi mercantili tedesche venivano bloccate nei porti neutrali. Le flotte alleate catturavano 21 navi per un totale di 89mila tonn. e i tedeschi affondavano navi proprie per 23.139 tonnellate.
Oltre alle 13 navi navi affondate durante la settimana, altre 3 navi neutrali ed alleate, per 30.000 tonnellate, sono state affondate negli ultimi tre giorni.
L’Ammiragliato francese pubblica le seguenti cifre sul blocco durante la settimana 21-25 gennaio: navi fermate – 12; merci catturate 21mila tonn.
Dall’inizio della guerra le navi fermate ammontano a 266 e le merci catturate a 502mila tonnellate.
Nel Mare del Nord affondano la petroliera britannica British Triumph, di 8500 tonn. e la carboniera gallese Corgiten, di 4553 tonn.

 

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: