23 gennaio 1940: news

Attività politica e diplomatica. A Roma, il Consiglio dei Ministri, sotto la presidenza del Duce, approva importanti provvedimenti per il personale delle Forze Armate.
Si annuncia da Londra che il Governo degli Stati Uniti d’America domanderebbe alla Gran Bretagna un’indennità per i danni risultanti dalle interferenze inglesi nella rotta delle navi americane.
(interessante; perchè non lo fanno anche le altre nazioni europee?)
Il Governo francese risponde alla nota di protesta del Governo di Panama circa la violazione della zona di sicurezza durante la battaglia di Rio della Plata.
I giornali berlinesi commentano aspramente un articolo di Pertinax (pseudonimo del giornalista francese André Géraud) sul Daily Telegraph, nel quale sono indicati, come segue, i piani e gli scopi di guerra della Francia e della Gran Bretagna:

  1. war-NewsRevoca dell’unità del Reich e completa distruzione della Germania come nazione.
  2. Creazione di un blocco composto di popoli slavi e non, in una Federazione di Stati fra la Lituania, la Polonia, la Boemia, la Slovacchia, l’Austria, l’Ungheria e la Romania, cioè dal Baltico al Mar Nero, sottoposta alla volontà della Francia e dell’Inghilterra, per quanto concerne almeno la politica estera e quella militare.
  3. Garanzie britanniche e francesi a favore di questo sistema federativo nell’Europa Orientale.
  4. Occupazione militare permanente della Renania da parte di truppe francesi e inglesi.
  5. Stipulazione di trattati imtesi a legare gli Stati occidentali e nordici neutrali con la Francia e con l’Inghilterra.
  6. Ripristino della Società delle Nazioni, sottoposta alla dittatura militare delle due Potenze occidentali.
  7. Disarmo pieno e assoluto degli Stati successori della Germania senza che da parte francese ed inglese esista alcun disarmo.

(quindi, si richiede una specie di pulizia etnica di tedeschi dalla faccia della terra ed una sorta di “limbo” terrestre da colonizzare e da imperializzare. Dove sta qui, la differenza dai nazisti?

 

Attività militare.In Finlandia gli attacchi russi a nord del lato Ladoga sono respinti. Sull’istmo di Carelia azioni di artiglieria. Incursioni di apparecchi sovietici su varie parti del territorio finlandese.
Nel Mare del Nord affondano per urto contro mina o siluro il cacciatorpediniere britannico Exmouth, il piroscafo inglese Batanglia, di 1523 tonn. e la nave norvegese Pluto, di 1528 tonn.
Si comunica da Londra che negli otto giorni conclusi alla mezzanotte del 21 gennaio, le perdite di navi dovute all’azione del nemico comprendono sei piroscafi britannici per 23.843 tonn. e undici navi neutrali per 35.245 tonn. Durante lo stesso periodo la Germania ha perduto tre navi mercantili: Albert Jans, di 15 .000 tonn., August Tysten, di 2000 tonn. e Phoedra, di 600 tonn., affondate le prime due, catturata la terza.

Advertisements

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: