18 gennaio 1940: news

Attività politica e diplomatica. Nel rapporto di Federali, tenuto a Palazzo Littorio, il Segretario del Partito Nazionale Fascista ha fatto le seguenti dichiarazioni circa l’atteggiamento del Fascismo al conflitto:
«Se dovessero manifestarsi qua e là tendenze individuali ad adagiarsi nella posizione di privilegio che la politica del Duce, ispirata esclusivamente alla difesa degli interessi nazionali, occorre un energico e tempestivo richiamo alla realtà.               Non bisogna addormentarsi nell’illusione di un perpetuarsi della situazione odierna dell’Italia di fronte al conflitto. L’Italia Fascista può trovarsi in qualsiasi momento nella necessità e nel dovere di impugnare le armi (che non ha…).               war-NewsDeve quindi essere pronta nei mezzi e, soprattutto, nello spirito.                Conviene aggiungere che è assurdo e pericoloso compiacersi di troppo recenti manifestazioni di simpatie internazionali senza giustifacazione, nè fondamento e neppure rispondenti ai veri sentimenti del popolo italiano che ha imparato a non dimenticare la storia che esso stesso ha, specie in questi ultimi tempi, drammaticamente vissuta».
Amsterdam. Il Gabinetto olandese si riunisce in seduta speciale. Il motivo di questa riunione, in clima di estrema urgenza, non è rivelato.

 

Attività militare. In Finlandia si conferma che le truppe russe sono state ritirate dal settore di Salla, dove esse hanno subito una grave sconfitta, perdendo oltre 40mila uomini e un ingente quantità di materiale.
Sul fronte occidentale azione di artiglieria nella regione ad ovest della Sarre e attività di pattuglie nei Vosgi.
L’aviazione germanica compie voli di sorveglianza delle zone di frontiera e di ricognizione sulle coste scozzesi.
Si ritiene che un combattimento aereo abbia avuto luogo nelle vicinanze della base germanica di Sylt.
Un sottomarino germanico bombarda e silura sulle coste orientali dell’Inghilterra i piroscafi norvegesi Knid e Fagerheim di 1500 tonn.
In seguito ad urto contro mina, al largo delle coste occidentali dell’Inghilterra, affonda il piroscafo britannico Cairnross di 5494 tonn.
Sulle coste norvegesi affonda, per urto contro mina, il piroscafo tedesco August Thyssen.
Una grave esplosione avviene nella polveriera inglese di Waltham.

Advertisements

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: