13 dicembre 1939: news

Attività politica e diplomatica. La stampa germanica mette in risalto l’importanza dei documenti pubblicati dal Ministero degli Esteri del Reich.
A Ginevra il Comitato dei “tredici”, aderendo all’iniziativa sud americana, elabora un progetto di decisione, che dovrà essere sottoposto all’Assemblea e che condanna l’azione dell’URSS contro la Finlandia e rivolge un urgente appello ai membri della Lega perchè forniscano alla Finlandia l’assistenza materiale e umanitaria che ciascuno è in grado di darle*.
war-NewsLa Commissione degli Esteri della camera Belga presenta un progetto di Lega difensiva fra i neutri.
Alla Camera dei Lords, in sede di discussione di una mozione presentata da Lord Danley che invita il governo britannico ad approfittare dell’offerta di mediazione della Regina d’Olanda e del Re del Belgio, si svolge un violento dibattito tra i fautori di una pace giusta e quelli della guerra ad oltranza.

 

Attività militare. In Finlandia in tentativo delle truppe sovietiche di raggiungere il Golfo di Botnia è stroncato dalla resistenza finlandese.
Sul fronte occidentale attività di pattiglie e di artiglieria. Un piccolo posto francese è conquistato dai tedeschi, che fanno sedici prigionieri.
Aeroplani germanici compiono voli di ricognizione dulle regioni a sud-est della Francia; squadriglie britanniche sorvolano la baia di Helgoland.
Battaglia navale nelle acque uruguyane tra la corazzata tedesca Admiral Scheer e gli incrociatori britannici Achilles ed Exeler.
Sulle coste orientali della Gran Bretagna cola a picco il piroscafo inglese Marwick Head, di 4034 tonn., il mercantile britannico Deptford, di 4034 tonn., è silurato sulle coste norvegesi; la nave cisterna svedese Algol, di 989 tonn., urta contro una mina.
Il transatlantico tedesco New York di 22.237 tonn., riesce a rifugiarsi nel porto di Amburgo.Admiral-Sheer

* il lettore potrà notare quanta prudenza, quanta burocrazia si usi prima di valutare a pieno il comportamento aggressivo della Russia e sanzionarla con l’espulsione. Non si è fatto altrettanto quando il 17 settembre ha colpito alle spalle la Polonia quando ormai era sfinita e non si è avviato nemmeno lo stesso tipo di dibattimento diplomatico quando invece lo ha fatto Hitler. Gli si è usato un riguardo immediato: gli si è dichiarato guerra subito! Ma non alla Russia, che a fatto la stessa cosa solo 17 giorni più tardi e lo ha rifatto il 30 novembre contro la Finlandia. Ma qui ora si cincischia. L’Inghilterra non si pronuncia e la Francia nemmeno. Qui non si desidera prendere le parti di nessuno. Vorrei solo evidenziare gli atteggiamenti diversi in base a chi si ha di fronte.                                      

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: