30 novembre 1939: news

Attività politica e diplomatica. A seguito dell’aggressione sovietica alla Finlandia, l’Incaricato d’Affari degli Stati Uniti a Mosca, presenta una offerta di mediazione, che viene subito respinta dal Governo russo.
Il Governo finlandese rassegna le dimissioni, nonostante il voto di fiducia ottenuto.
Da Berlino si comunica che la Germania si considera estranea al conflitto (ma guarda…) ma segue con simpatia le rivendicazioni della Russia sovietica, alla quale è legata da un patto politico di amicizia (e che patto…).
war-NewsA Parigi si riapre il Parlamento. Daladier pronuncia un lungo discorso interrotto da un incidente provocato da deputati comunisti. Il Presidente del Consiglio afferma che:
« la Francia deporrà le armi allorchè potrà trattare con un Governo la cui firma impegnerà gli atti; essa tratterà quando potranno essere riparati i torti causati alle Nazioni più deboli e quando una sicurezza duratura potrà essere ristabilita. Bisogna che questa sicurezza sia fortemente organizzata, che essa riposi su delle garanzie materiali che ne assicurano la durata e bisogna che essa sia estesa a tutte le Nazioni libere d’Europa, a tutte le Nazioni che hanno diritto all’indipendenza per la loro storia e per la loro cultura ».
Dopo una lunga discussione, il Governo francese ottiene i pieni poteri per la durata delle ostilità, però li ottiene con 318 voti contro 175.

 

Attività militare. Sulla frontiera finlandese le truppe sovietiche passano all’attacco mentre si inizia l’azione aerea e navale. I russi avanzano in Carelia mentre proiettili d’artiglieria colpiscono Vanam e Kiviness. A mezzogiorno unità navali sovietiche bombardano la penisola di Terioki, occupandola successivamente con forze terrestri. Un altro attacco è sferrato contro la Carelia settentrionale ed un terzo contro la penisola di Kola.
L’aviazione sovietica bombarda Helsinki e Turko, compie numerose incursioni nelle regioni industriali e sui campi d’aviazione finlandesi. 200 vittime tra la popolazione civile. Da Copenaghen si informa che la Svezia ha mobilitato le forze aeree (alleluja!).
Un comunicato francese afferma che una torpediniera francese ha attaccato con successo un sommergibile germanico.
Il piroscafo inglese Sheaf Crest, di 2370 tonn., affonda per urto contro una mina a sud-est della Gran Bretagna.

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: