Hitler chiude i negoziati. i commenti

discorso-Hitler-stampa-titl

In Inghilterra.

Headlines-EnSecondo il News-Chronicle, col suo discorso Hitler ha chiuso la porta a ogni negoziato avendo escluso la discussione sul problema della Polonia. Il Daily Mail osserva che le potenze democratiche non possono accettare di negoziare sulle ultime richieste ed offerte tedesche poichè così facendo consentirebbero alla capitolazione. Il  scrive che Hitler invierà al Governo britannico una nota ampliante ed illustrante le sue proposte. Lo stesso giornale reca un articolo di Lloyd George consigliante il Governo a ben riflettere prima di dare una risposta negativa e proponente che, nella eventualità di una conferenza, la Gran Bretagna si presenti con proposte sul disarmo, sul problema coloniale e sulla ricostruzione della Polonia. HeadlinesUn comunicato della Press Association considera che le proposte di Hitler sono vaghe ed oscure. Si fa rilevare che Hitler non ha proposto alcuna riparazione per i mali cagionati dalla Germania ad altri popoli. La nota polemizza con le affermazioni di Hitler circa la mancanza di base nazionale storica morale e culturale dello Stato Polacco e respinge la parte del discorso attribuente alla Gran Bretagna la responsabilità della guerra. Il comunicato conclude dicendo che le assicurazioni date in passato dal Governo tedesco si sono mostrate più volte senza valore e che oggi occorre qualcosa di più che parole. Comunque le proposte saranno attentamente esaminate in consultazione col Governo francese e coi Domini Britannici.

In Francia.

I commenti della stampa al discorso di Hitler, si uniformano pressapoco a quelli inglesi. Il Temps rileva che l’atteggiamento italiano è caratterizzato dal fatto che il Governo Fascista, a dispetto della guerra sconvolgente l’Europa, attribuisce il primo posto alle sue attività ai problemi interni e alla realizzazione dei grandi programmi di lavori pubblici che stanno dando una nuova fiosionomia all’Italia. I giornali sono unanimi nel dare un giudizio negativo alle dichiarazioni del Cancelliere tedesco. Il Journal fa osservare che il discorso è un insulto alla Polonia e un’auto-apologia di nessuna novità che non contiene nessuna proposta concreta. L’ufficioso Petit Parisien scrive che Hitler non ha formulato alcuna proposta precisa di pace a parte delle vaghe allusioni sulla necessità dell’armistizio, sulla opportunità del disarmo e della collaborazione economica. E’ opinione generale che Hitler abbia chiesto alla Francia e all’Inghilterra delle impossibili rinuncie.

In Italia.

Vivo interesse ha destato negli ambienti politici e diplomatici la proposta contenuta in un articolo sul Popolo d’Italia che viene attribuita al Duce. L’articolo propone un plebiscito di tutte le Nazioni neutrali per decidere se la guerra debba cessare dato che secondo le dichiarazioni di Chamberlain, non si tratta più di salvare la Polonia ma l’Europa tutta. La grande maggioranza degli Stati neutrali vuole la pace.
Il quotidiano Giornale d’Italia scrive che le meditate realistiche proposte di Hitler tornano a prospettare il quadro della nuova Europa nella stessa sostanza e con gli stessi metodi già indicati da Mussolini. E’ quindi naturale che l’Italia Fascista le consideri, segnalandole nelle loro immediate espressioni costruttive. Per costruire la nuova Europa della “solidarietà” e della “pace sicura”, è necessario liberarla dal suo passato che si chiama Versailles.
Il battagliero Lavoro fascista, dopo aver affermato che il discorso di Hitler va attentamente meditato da quanti hanno delle responsabilità politiche, rileva che tutte le le cause dei perturbamenti europei dipendono appunto da Versailles e che quindi ogni ragionamento deve essere affrontato dopo aver risolta la questione in modo soddisfacente.

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: