Ottobre 39: la situazione italiana

Italia-vigila-title
(DAL CORRISPONDENTE ROMANO – D.P)

In questo tragico periodo della Storia del mondo, in cui ad oriente e ad occidente popoli in armi combattono sui continenti e lottano per il predominio dei mari, l’ Italia ha assunto un suo particolare atteggiamento di attesa, dopo aver tentato tutte le vie che potessero condurre al mantenimento della pace europea.

In tali circostanze, pur restando con l’arma al piede, l’Italia non doveva e non poteva rinunciare alle sue attivita’ normali; anzi si trovava di fronte a nuovi, grandissimi problemi di produzione, che era necessario risolvere sul piano autarchico, inquadrandoli alla situazione economica creata dal crescente dissesto finanziario del mondo causato dallo stato di guerra in Europa.

Autarchia

Tra questi problemi forse il piu’ importante e’ quello dei combustibili solidi e liquidi. Il carbone estero necessario a completare la produzione italiana era normalmente fornito dall’Inghilterra, dalla Germania e dalla Polonia. E’ evidente che tali fonti, se non si chiuderanno completamente, subiranno tuttavia notevoli falcidie, imposte dalla stessa meccanica elementare delle contingenze della guerra. Sarà quindi indispensabile diminuire il consumo del carbone, ove ciò sia possibile. Non certo nelle industrie siderurgiche e meccaniche; ma nel riscaldamento, nel gas per uso domestico, sulle linee ferroviarie non ancora elettrificate.

Alcune di queste economie sono già in atto; altre, come quella del riscaldamento, saranno realizzate nell’inverno e sono preparate dall’ orario continuato, gia’ introdotto negli uffici pubblici e che sara’ presto esteso anche alle aziende private.

D’altra parte è opportuno tener presente che, per deterrninati usi, il carbone puo’ essere sostituito dalle ligniti, dalle torbe, dai carboni vegetali di produzione nazionale.

Autarchia2Per i trasporti il combustibile liquido potra’ essere largamente sostituito dal gassogeno, prodotto dal carbone di legna, particolarmente abbondante nei nostri boschi; altri surrogati a questo combustibile sono il metano, il propano e il butano, per i quali sarà pero’ necessario compiere notevoli sforzi tecnici per gli impianti delle officine produttrici.

Per quanta riguarda i grassi, perfezionamenti tecnici saranno apportati alla macellazione, in modo da ottenere una completa utilizzazione di questo prodotto altrettanto essenziale per la vita umana quanto per lo sviluppo delle industrie.

Allo scopo di organizzare e fissare nuovi piani di attività nazionale è stata costituita presso il Ministero delle Corporazioni la Commissione Suprema dell’Autarchia, che provvede ad orientare gli organi corporativi ed industriali verso i nuovi compiti imposti dalla necessita’ di difendere e di potenziare la Nazione.

FIAT-il-lavoro-fascista

Cosi’, ai margini del ciclone che sta per sconvolgere I’Europa, l’Italia fascista, sotto la guida vigile e sicura del Duce, si prepara alle inevitabili ripercussioni del conflitto, continuando a lavorare con fervore e calma ammirevoli.

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: