falso storico svelato!

Hitler-was-not-dead

Mi si perdoni la stupidaggine grafica…, ma, questi sono gli anni in cui emergono molte incongruenze e molte bugie storiche che hanno retto per oltre 60 anni.Hitler's-skull

L’immagine riprodotta qui a lato è stampata in moltissimi libri e riviste come prova esposta dai russi nel 1945, del suicidio del Fuhrer. In bella evidenza, un foro di uscita di un proiettile. Ovviamente è un frammento di scheletro di un cervello, ritrovato in una buca fuori dal bunker della Cancelleria a Berlino.

In innumerevoli biografie di Adolf Hitler, infatti, la storia delle sue ultime ore è raccontata nella versione tradizionale: il suicidio di Eva Braun , con una pillola di cianuro, e poi lo sparo fatale, il 30 aprile 1945, mentre i russi bombardano Berlino. Solo 50 anni dopo, alcuni storici espressero molti dubbi sul fatto che il Fuhrer si fosse davvero sparato, ipotizzando che i particolari della morte di Hitler era stati abbelliti per presentare il suo suicidio in una luce opportunamente eroica. E questo frammento di cranio è apparso, completo di foro di proiettile e presentato a Mosca nel 2000, teso ad avvalorare l’argomento.

journalBar1Fino ad ora . Sulla scia di nuove rivelazioni, la storia della morte di Hitler potrebbe essere necessario che debba essere riscritta – o (come dicono gli anglosassoni) lasciata indeterminata . I ricercatori americani sostengono di aver dimostrato che il frammento di cranio, segretamente conservato per decenni da servizi segreti sovietici, apparteneva a una donna sotto i 40 anni , la cui identità è sconosciuta. Analisi del DNA eseguite con l’osso, ora tenuto dall’Archivio di Stato russo a Mosca, sono stati elaborati presso il laboratorio di genetica dell’Università del Connecticut. I risultati , in onda negli Stati Uniti su un canale documentario di Storia che riguardava la fuga di Hitler lasciò il pubblico attonito. Secondo  un archeologo del Connecticut, specialista nelle ossa, Nick Bellantoni, era chiaro fin dall’inizio che qualcosa non andava . ” L’osso sembrava molto sottile; quello maschile tende ad essere più robusto, ” ha detto. ” E le suture del cranio, dove le placche si incontrano, sembravano corrispondere a una persona sotto i 40 anni . ” Nell’aprile del 1945 Hitler fu attribuito ad una persona di 56 anni! Bellantoni, appena possibile, volò a Mosca per ispezionare i resti del Fuhrer presso l’Archivio di Stato. Oltre al cranio in oggetto, trovò macchie di sangue dal divano del bunker ove si è sempre creduto che Hitler ed Eva Braun (Eva-Hitler; comunque si erano sposati…) si siano suicidati.  Ma per visionare il tutto, i sovietici concessero solo un’ora di tempo per usare i tamponi e prelevare campioni di DNA. Non si sorrida per queste cose.

Si provi ad andare, ancora oggi, a rovistare nella carte di stato con questa glasnost e l’apertura declamata degli archivi e si vedano poi le facce dei sovietici! Poi mi si riferirà.

“Mi consegnarono le foto di riferimento dei Soviet del divano del 1945 e finalmente stavo vedendo le stesse macchie sui frammenti di legno e di stoffa di fronte a me, quindi sapevo che stavo lavorando con delle cose reali”. I campioni furono poi trasportati nel Connecticut . Al centro dell’università di genetica applicata, Linda Strausbaugh si chiuse il suo laboratorio per tre giorni per lavorare esclusivamente sul progetto di Hitler . “Abbiamo usato le stesse routine e controlli che sarebbero state utilizzate in un laboratorio in caso di un reato , ” ha detto. Con sua sorpresa, una piccola quantità di DNA vitale è stata estratta . Ha poi aggiunto: ” Siamo stati molto fortunati ad avere una lettura , nonostante la quantità limitata di informazioni genetiche “, ha detto l’analista . Il risultato è stato straordinario . Secondo i testimoni di allora, i corpi di Hitler e Braun erano stati avvolti in coperte e portato al giardino appena fuori dal bunker di Berlino , collocato in un cratere di una bomba , cosparsi di benzina e dato alle fiamme . Ma il frammento di cranio, non sarebbe mai appartenuto a Hitler . Il DNA del cranio era indiscutibilmente femminile . La sola prova fisica che Hitler si era sparato era stata improvvisamente invalidata . Il risultato è un mistero riaperto e, per i teorici della cospirazione, la possibilità allettante che Hitler non sia morto nel bunker è ora più che mai verosimile!

trafiletto-gray

Stalin però, rimase molto sospettoso . Nel 1946 una seconda missione segreta fu inviata a Berlino. Nello stesso cratere da cui era stato recuperato il corpo di Hitler, la squadra  trovò quello che credeva fosse un frammento di cranio con un  ferita da uscita di proiettile attraverso di essa . I russi presero anche  frammenti dal divano macchiato di sangue di Hitler .

(solo un anno dopo? tempestivi, i russi!, prima erano forse al bar? Hitler si spara il 30 aprile 45 – la squadra ci va nel 1946… …)

Anche questo non è riuscì a soddisfare Stalin , che fissò un ordine di segretezza su tutte le questioni relative alla morte di Hitler . Sconosciuto al mondo , il cadavere di Hitler fu sepolto in un centro Smersh a Magdeburgo, in Germania orientale . Vi rimase per molto tempo dopo la morte di Stalin nel 1953 . Infine, nel 1970 , il KGB scavò il cadavere, cremato e le ceneri disperse in segreto in un fiume. Solo la mandibola , il frammento di cranio e il divano segmenti macchiati di sangue  vennero conservati negli archivi profondi e segreti dei sovietici . Il bunker è stato distrutto nel 1947 e, infine, riaperto poi. Poi, nel 2000 , l’Archivio di Stato russo a Mosca allestì una mostra , L’agonia del Terzo Reich . È stato mostrato il frammento di cranio , ma solo le fotografie della mandibola di Hitler erano visibili. Il capo dell’archivio , Sergei Mironenko, ancora nel 2000, disse che senza dubbio il frammento di cranio era autentico!

Allora se non è morto nel bunker, che fine ha fatto Hitler?

ancora-segreto-spot

E’ ancora un segreto.

Alla luce delle scoperte di Strausbaugh , la frase di Mironenko era chiaramente fuori luogo . Ma poteva essere il frammento di cranio di Eva Braun , che morì a 33 anni e fu posta al fianco del suo amato Führer nello stesso cratere ? “Sappiamo che il cranio corrisponde a una donna di età compresa tra 20 ei 40 anni “, ha detto Bellantoni , ma lui è scettico sulla tesi di Braun . Quella donna potrebbe essere chiunque . Molte persone sono state uccise intorno alla zona bunker “.

Nel 2005, i sovietici hanno ammesso di essere ancora all’oscuro su ciò che accadde realmente nel bunker, quel 30 aprile 1945. Dopo 60 anni. Tempestivi!

titolo-LIFE

wSep15x20001     02     03     04

05     06     07     08

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: