Corbari. last secrets_3

secre&discuss2notaTeam557

.

.

.

.

02- Contesto – monte Làvane: il lancio.

GP capannadelpartigianoun fatto importante fu l’arresto di Antonio Grimaldi (Andrea Zanco). Era il marconista della radio clandestina a disposizione di Virgilio Neri; arrestato, rivela subito informazioni preziosissime ai tedeschi che, poi, fermano Tonino Spazzoli e lo stesso Virgilio Neri e uccidono i faentini Bruno Neri e Vittorio Bellenghi. Ma la domanda è: come mai, ad ogni aviolancio, i tedeschi erano informati fin nei minimi particolari? Qui ritorna il discorso della spia “vicina” al CLN di Faenza. Altrimenti non si spiega. E l’episodio contribuisce molto a rendere Silvio sempre più scontroso e diffidente verso tutti.

A.Casadei-Nell’attacco tra il 10 e l’11 luglio i tedeschi notano la zona dei lanci alleati e circondano la capanna. Giungono cinque colonne di SS e truppe scelte che, al quarto passaggio dell’aereo si avvicinano al monte. Casadei accende una miccia per far esplodere la capanna dove sono nascoste le munizioni, proprio mentre i nazifascisti la circondano. Per l’esplosione terribile, tra Alpen Jager e SS muoiono 200 tedeschi e 110 rimangono feriti. La notizia è riportata anche da radio Londra.

03- Contesto – Ca’ Cornio: verso l’attacco.

epopeaIl 18 agosto 44 Corbari, Iris Versari, Casadei e Tonino Spazzoli sono a Cornio di S. Valentino.

GP : qui arriviamo al punto; al motivo perché ho voluto il contatto. Perché lo cose che sono state scritte non dicono tutto…

Benito Dazzani, nel libro di Massimo Novelli ed ex-legionario del IX Settembre, narra che Franco Rossi, il quindicenne che si era aggregato per qualche settimana alla banda fu la chiave di tutto. Poiché i compagni sapevano che da Corbari era stato liquidato con due sberle in quanto ladro, fosse fortemente desideroso di vendicarsi. Quindi, lui avrebbe insegnato come fare. Un fascista infiltrato. E per giunta, risaputo. Il Rossi dice di essere stato avvicinato da alcuni partigiani che gli avrebbero fatto un’interessante proposta. Il Dazzani riferisce di essere stato uno di quelli dell’attacco al casale e di essere a conoscenza del fatto che i genitori di Franco Rossi sono fascisti e lui è sicuro frequentatore della caserma Sforza di Forlì.

GP : un traditore per natura. Talis filius – talis mater: la madre (Cleade Rusticali) SC_50provocò l’eccidio di Terra del Sole del 14 agosto dove vennero fucilati, dopo un processo “farsa”: il marchese Gian Raniero Paulucci de Calboli Ginnasi, il cavalier Antonio Benzoni, lo studente universitario Fiorenzo Grassi, il sergente delle BN Livio Ciccarelli e Antonio Buranti, milite della GNR, in base appunto alla testimonianza farlocca e decisiva della donna. L’accusa fu quella di aver fornito armi e informazioni ai banditi. Nel febbraio del 1946, a Forlì si celebrò il processo contro coloro che in qualche modo avevano contribuito alla cattura di Corbari. Non ne parla più nessuno, ma gli imputati furono 5, di cui uno solo era agli arresti, Laghi Teseo (1921) di Castrocaro; i latitanti: Zanchini Nello di S.Sofia, Benenati Antonio di Palermo, Rossi Gianfranco (1929) e la madre Rusticali Cleade (1903), di Forlì. Accusati di essere al servizio delle camicie nere di Forlì con specifici compiti di spionaggio. Se per il primo c’erano altri crimini per rapina + omicidio, per la Rusticali si aggiunse il deploro della Corte per avere istigato e  coordinato il figlio e il Benenati ad atti così vili, data la loro giovane età. Agli atti ritornò anche l’eccidio di Castrocaro (sopracitato) e la cosa fruttò loro 18 anni per il Rossi e il Benenati, 20 anni per la madre e il Zanchini, 24 per il Laghi. Ma qui ci aspetta un colpo di scena.

nel prossimo articolo:

secret&discussil contesto – Iris versari: la persona e ca’ Cornio: il tradimento + l’attacco.

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: