25 aprile …sul serio o sul Senio?

Mi sono andato a rivedere la puntata di Porta a Porta del 14 maggio 2009; quella sul “sangue dei vinti“, per intenderci; e rivista un anno dopo mi fa ancora un certo effetto.

A molti l’argomento potrà anche non interessare, ma non è questo il punto centrale. Con una certa senerità, mi chiedo: “ma l’on. Ferrero, ospite della serata invitato perchè esponente di sinistra, prima di andare in onda si è fatto qualcosa di …chimico, per caso? o cosa?”. Io voglio sperare che nella vita, in famiglia e con amici o conoscenti non parli sempre così perché corre il rischio di prendere 4 scapaccioni fatti bene! Dalle mie parti si dice spesso che la gente, se le devi avere, poi alla fine te le da’! Un consiglio: cambi pusher!

E il motivo c’è. Eccome! 

Non puoi strumentalizzare sempre quelle quattro retoriche politiche sul cattivo uso della sinistra della memoria per confondere le acque; qui si stava parlando di morti e non di disegni politici ordinati da forze occulte! Ti fanno una domanda precisa e tu rispondi tutta un’altra cosa che non c’entra niente; Vespa si incazza, La Russa si inbufalisce e tu ti stupisci e dai agli altri dei “faziosi”?

Ma devi fare il comico! Non il politico! E’ per colpa di figure come l’onorevole Ferrero che le verità non saltano mai fuori. Siamo ancora vittime dell’obbligo di rimozione della verità dopo 65 anni; non c’è dubbio. Persino il giornalista (di sinistra) L. Pansa, autore del “sangue dei vinti” -da cui hanno anche tratto il film con M.Placido-, è stato duramente attaccato, contestato e ostacolato alla presentazione del suo libro per mantenere l’omertà sul lato oscuro della Resistenza (che si chiama “guerra civile”) e cancellarlo dalla memoria collettiva.

Provate ad entrare oggi in una sede dell’ANPI e parlate del triangolo rosso romagnolo (il lughese, il ravennate al limite dell’imolese), dei vari crimini partigiani certificati e vedete come ne uscite… 

Di buono c’è che non ci sono più i veri protagonisti di allora; ci sono i figli, i nipoti, i militanti con i ricordi confusi; gli indottrinati dell’ultima ora che sostengono che tutto fa Resistenza e in nome della Libertà. Soprattutto prima e subito dopo il 25 aprile. Siamo a posto. 

Non siamo ancora riusciti (e siamo nel 2010) ad avere una storia condivisa; non è bastato un meraviglioso concetto di Napolitano che ha detto: < nella Costituzione possono riconoscersi tutti, anche quanti vissero diversamente gli anni 43/45 e quanti ne hanno una diversa memoria per sofferta esperienza personale o per giudizi acquisiti…>; ancora oggi si percepisce che se non hai una bandiera completamente rossa sotto la giacca non sei degno di celebrare il 25 aprile! Non può essere. Ridicolo. 

Per i distratti e gli ignari, esistono libri illuminanti sul sito come ” i lunghi mesi del 45” – “crimini partigiani“, solo per dirne qualcuno, sull’equivoco e l’omertà della Resistenza. 

Il 25 aprile fanno una bellissima camminata di 18Km tra Cotignola e Alfonsine che si chiama < nel Senio della memoria >;

l’ho fatta 2 anni fa e ci ho incontrato un vero reduce. Era pieno di medaglie, tutto contento, bello, rubicondo, in gamba, pacioccone, di Lugo.

12 giorni dopo ho comprato un libro < Crimini partigiani > e chi ti trovo a pagina 104?

Lui. Proprio lui.

Andatevi a leggere cosa dicono di questo soggetto a pag.104, poi mi direte…

Non c’è più religione! o non c’è più storia…fate voi.

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

2 responses to “25 aprile …sul serio o sul Senio?

  • titona

    e non sono d’accordo! è vero che molti gesti partigiani si sono macchiati di efferati delitti ma, quelli, erano delinquenti! nella stessa misura in cui i tifosi che compiono gesti folli non sono tifosi ma delinquenti. ci si può mischiare alle migliori delle categorie, anche in “parrocchia”, ma se nei geni hai il male resti un delinquente, pedofilo, assassino e non devi contaminare la categoria.

    "Mi piace"

  • resistenza ancora sul senio « mogliedaunavita

    […] ancora sul senio il programma è questo partiamo io e lui, ci uniamo alla carovana dei camminanti, ci godiamo una bella giornata di sole, fiume, poesie, […]

    "Mi piace"

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: