WWII gli archivi ritrovati

12/04/10 – Si annuncia una settimana di fuoco. Su History channel sono apparse le prime 2 puntate di questa serie che sembrano la risposta americana a quella tedesca della ZDF/PBS di RaiStoria; “L’ora delle tenebre” e “Un brusco risveglio“. Il collezionista non può farsi mancare questo bundle storico.

Successo d’ascolti negli Stati Uniti, World War II è il risultato di un ambizioso progetto che offre una delle più sorprendenti esperienze visive del conflitto. Frutto di un duro lavoro di ricerca durato oltre due anni, ha permesso di riportare alla luce più di 3.000 ore di filmati a colori e in maggioranza inediti, scovati fra archivi, biblioteche e collezioni private, di tutto il mondo e restaurati attraverso le più moderne tecnologie di digitalizzazione. La serie ripercorre la vita di 12 persone, infermiere, soldati, reporter, la cui esistenza venne sconvolta dalla Seconda Guerra Mondiale. Dall’invasione della Polonia alla guerra in Africa, dallo sbarco in Normandia alle battaglie nel Pacifico: i grandi avvenimenti del conflitto sono ricostruiti attraverso le storie private dei protagonisti e le loro testimonianze impresse sui diari personali. Severamente vietati durante la guerra e rimasti sepolti per decenni, questi testi rappresentano oggi un documento di straordinario valore storico.

Nel primo episodio: 1941, il mondo intero è in piena guerra. L’immigrato Jack Werner si unisce alle truppe statunitensi e il reporter Richard Tregaskis parte con i marines per Guadalcanal.

Nel secondo episodio: l’America si allea con l’Inghilterra contro le forze dell’Asse. Il leader Charles Scheffel accusa le prime perdite e l’infermiera June Wandrey scopre gli orrori della guerra.

La serie promette abbastanza bene. Francamente, me l’aspettavo. E’ chiaro che tra competitors televisivi, si è sempre in corsa per chi si accaparra prima la collana storica di ultima generazione. E dopo la sberla di RaiStoria con quella bellissima Guerra del secolo, History channel non poteva stare a guardare ancora molto… Ok. è gara. Anche perché non puoi durare a fare sempre “la storia del gelato” se ti chiami “History channel..” e qualcosa devi tirare fuori dal cilindro. Ora fanno questi appuntamenti di quasi 2 ore (con la pubblicità) e dalla prospettiva molto americana; strano? no. Almeno in queste prime puntate. Però sono fatte bene: il suono stereo (per chi ci fa caso), immagini restaurate bene e con un bel color-correct. Vedremo. Intanto in questo mese (che è Aprile) i canali avranno tante ricorrenze da evocare.

Annunci

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Devi avere effettuato l'accesso per pubblicare un commento.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: