evidence-file 04

neldettaglio

 

 

A questo punto, una cosa è sicura: il concetto di Spagna – paese neutrale è stato spazzato via senza indugi. Il gen. Franco, per sdebitarsi dell’aiuto ricevuto durante la guerra civile spagnola che lo ha condotto al potere, dal 1938, o forse ancora prima, ha iniziato lavori per strutture militari sia in Spagna, sia alle Canarie dove le opere illustrate in Las Palmas de Gran Canarias (more info ) sono state finanziate esclusivamente da soldi spagnoli, addirittura oltre il 1946.

add on pict

ev01     ev02     ev03

ev04     ev05     ev06

Non basta. L’equipe arriva finalmente a villa Winter e, in una visita piuttosto sommaria e fugace, nel seminterrato rilevano una probabile struttura medica con alcune stanze, al tempo, adibite a ricoveri per degenti. Sicuramente, come già evidenziato qui, una casa sicura per rigenerare le forze. Un posto ideale anche per nascondere (temporaneamente un obiettivo di alto livello) e/o ufficiali nazisti in totale sicurezza.

Quello che History non dice è che nella casa esistevano 2 entrate per i tunnel della base sottomarina (ora chiusi) che permettevano agli ospiti di accedere alle strutture militari senza essere mai visti. Notizie ancora più particolareggiate e pianta della casa si possono visionare cercando casa Winter in Google ed esistono anche libri in Amazon.

Stabilito che per Hitler era possibile fare una sosta alla Canarie per riprendersi dalla prima parte del viaggio verso l’Argentina, ora l’attenzione si sposta di nuovo verso il punto di approdo e tra i sostenitori sicuri ritorna il nome della Lahusen company, l’impero di lane e tessuti di S. Antonio est; poi da un documento sembra che Hitler si sia rifugiato nella vasta tenuta di un ranch molto protetto, in Patagonia. Se si cercano le direzioni possibili, occorre orientarsi verso le zone popolate da comunità tedesche e tra queste la più probabile è quella di San Carlo de Bariloche: la Berlino argentina.

Bariloche

Nota da tempo come meta della fuga di ufficiali citati in “error di sbalio”, questa roccaforte per i nazisti è isolato, quasi inaccessibile, al confine con il Cile, dove è impossibile chiedere informazioni sui nazisti. Qui si scopre che esiste una ferrovia che dal 1934 collega Bariloche a S. Antonio-est ed è stata per decenni la via di commercio via-treno per Lahusen, proprietario anche di 3 treni privati, con i quali traferiva giornalmente cose e persone.

Poi finalmente arriva una informazione utile su una tenuta particolare di proprietà tedesca e molto misteriosa di Bariloche: casa Inalco.

informatore-localetestimonianza 11.  L’informatore racconta che la leggenda locale chiama il luogo come la casa di Hitler
e dice che è un posto decisamente inquietante.Casa-Inalco-location

stage 1 – day

Inalco-project-stage1

Il tentativo di avvicinamento al sito consente solo l’aquisizione di sole foto per il sopraggiungere di un custode o possibile proprietario del luogo. Rimangono conseguite le considerazioni che la casa è un posto estremamente occultato, inaccessibile da chiunque e strutturalmente difendibile. Casualmente viene scoperta, tra la vegetazione, una presa d’aria; un condotto di areazione che fa supporre ad un’altra struttura nascosta sicuramente sotterranea. Anche dai disegni tecnici depositati dell’edificio si rileva che dovrebbe esistere una seconda costruzione esattamente dietro la casa, che fa pensare ad una residenza creata per avere la massima riservatezza.

E’ decisa un’incursione notturna, alla IGI project – per intenderci -. L’operazione notturna produce l’ipotesi di un bunker sotterraneo estremamente sicuro, ora però non più agibile.

Inalco-project-stage2

Alla fine si scoprirà che la serie Hunting Hitler, promossa da History channel, non è altro che molto più o poco meno che la trasposizione in video dei libri pubblicati da Abel Basti, oppure di quanto si trova nel mondo su Hitler in Patagonia, da diversi decenni.

Update-Hunting-HitlerMain-Page

 

 

Advertisements

Informazioni su team557

storie e contro-storie della seconda guerra mondiale. La Romagna in guerra. Vedi tutti gli articoli di team557

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: